FORTE TERREMOTO IN NEPAL: ALMENO 450 MORTI. A KATHMANDU CROLLATI MOLTI PALAZZI

Il sisma, di magnitudo 7.9, è stato avvertito fino a New Delhi in India. Valanga sull'Everest distrugge campi base.
letto 1800 volte
nepal.jpg

Una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 7.9 ha colpito il Nepal, causando almeno 450 morti nella capitale, Kathmandu, ma il bilancio sembra destinato a salire di molto. La scossa, con epicentro tra Kathmandu e Pokhara, ha danneggiato molti edifici nella capitale, dove sono crollati alcuni palazzi, tra cui una torre patrimonio dell'Unesco. Il sisma è stato avvertito fino a New Delhi in India. Molto alta la densità di popolazione nella zona interessata dal sisma.

Il sisma, di magnitudo 7.9 secondo i dati dell'istituto sismologico americano Usgs, è stato registrato poco prima di mezzogiorno ora locale. Sotto le macerie di un palazzo sbriciolatosi, secondo testimoni, potrebbero esserci 400 persone sepolte. La valle di Kathmandu è densamente popolata con quasi 2,5 milioni di abitanti ed una condizione degli edifici spesso precaria.

Il sisma ha causato il crollo della torre Dharahara, uno dei monumenti più importanti di Kathmandu, patrimonio Unesco. La torre, conosciuta anche come Bhimsen Tower, era di 9 piani ed era alta quasi 62 metri.

La scossa - secondo Usgs – ha avuto un ipocentro alla profondità di 11 chilometri. Erano le 11.56 locali (8.15 in Italia). Il terremoto è stato avvertito anche in Pakistan dove un testimone, residente a Lahore, ha raccontato che era in ufficio quando il terremoto ha devastato la città con scosse che sono proseguite per diversi secondi. L'aeroporto internazionale Tribhuvan di Kathmandu è rimasto danneggiato a causa delle forti scosse sismiche ed è stato chiuso. I voli in arrivo verso la capitale nepalese sono stati dirottati verso aeroporti dell'India settentrionale.

Almeno due persone sono morte e altre 100 sono rimaste ferite in Bangladesh, sempre per le conseguenze del terribile terremoto, come riferisce la tv Somoy, che non ha fornito dettagli sulle vittime. Molte persone sono rimaste ferite mentre fuggivano dalle case e dai centri commerciali. Oltre che in Bangladesh e in India, il sisma è stato avvertito anche in Tibet e Pakistan.

Fonti locali affermano che il forte sisma avrebbe anche causato una valanga che ha spazzato via alcuni campi base sull'Everest. Ancora frammentarie le informazioni ma l'impossibilità di stabilire un contatto con gli alpinisti fa temere il peggio. In questi giorni sul luogo ci sono molti scalatori e sherpa nepalesi. 

 "Vedo dalla finestra dei palazzi gravemente danneggiati, è crollato anche un minareto". Lo ha riferito Joshi Kushesworm, guida turistica nepalese raggiunta telefonicamente dall'Ansa nella sua casa situata nel sud di Kathmandu. Mentre era al telefono, si è verificata un'altra forte scossa di assestamento che ha interrotto la comunicazione.

Il terremoto in Nepal ha danneggiato anche la famosa piazza Durbar, nel centro storico di Kathmandu, dove sorgono un palazzo reale e diversi templi, secondo quanto riferiscono le le tv locali. Le scosse hanno anche colpito le altre due città medioevali di Patan e Bhaktapur della valle di Kathmandu, anche questi siti archeologici appartenenti all'Unesco e mete scelte dei turisti.

Alla Farnesina "sono in corso le verifiche che, per ragioni tecniche, necessitano di tempo. Al momento comunque non è emerso il coinvolgimento di italiani", secondo quanto riferiscono fonti del ministero degli Esteri.

Ultim'ora, ore 17: Il bilancio dei morti accertati per le scosse telluriche in Nepal ha superato quota 2.200. Finora si contano 2.152 vittime in Nepal, 57 in India e 17 in Cina. La scossa odierna di magnitudo 6,7 ha causato nuove valanghe sul monte Everest. Gli ospedali sono sovraffollati e si contano 4.629 feriti. Difficolta’ per ripristinare la rete elettrica e i collegamenti telefonici. Nel 1934 un terremoto di magnitudo 8,1 uccise 10.700 persone tra Nepal e India.