ROGHI, PENTANGELO (FI): CHIESTO MISURE SPECIALI, GOVERNO DIA RISPOSTE

letto 196 volte
11-antonio-pentangelo-coordin.prov.di-forza-italia.jpg

“Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti: anche il gravissimo incendio di Marcianise rinvia ad una precisa regia criminale che il governo avrebbe il dovere di affrontare subito, seriamente e con il massimo rigore. Quello di oggi, infatti, si aggiunge al lunghissimo elenco di roghi che da circa due anni ha interessato la nostra regione e che ha visto tristi protagoniste Napoli, Angri, Battipaglia, la stessa Marcianise, Castel San Giorgio, Gricignano, Caserta, Aversa, Mugnano, Giugliano, Taverna del re, Casalduni, San Vitaliano, Afragola Acerra e, a luglio scorso, Caivano”. Lo afferma l’onorevole Antonio Pentangelo, Deputato e Coordinatore di Forza Italia della provincia di Napoli, depositario, il 25 ottobre scorso, di un’interrogazione urgente rivolta al Presidente del Consiglio dei Ministri, e ai ministri dell’Interno, della Salute e dell’Ambiente, per sapere quali iniziative intendano mettere in campo per contrastare questo fenomeno e tutelare l’ambiente e, dunque, la salute dei cittadini.

Per Pentangelo “è innanzitutto necessario avere un quadro aggiornato della situazione partendo da opportune verifiche sulla natura e la quantità dei materiali stoccati nei diversi siti per i quali i gestori sono in possesso di specifiche autorizzazioni, oltre che sul rispetto rigoroso delle norme antincendio e più in generale di prevenzione”.

“Ho chiesto al governo - spiega l’esponente di Forza Italia – se non sia finalmente il caso di dotarsi di un'anagrafe pubblica nazionale relativa alla raccolta, al recupero, allo smaltimento e agli impianti dei rifiuti solidi urbani e, vista la gravità e la pericolosità del fenomeno, di potenziare sensibilmente le risorse finanziarie e umane destinate alla prevenzione di questi incendi”.

“Naturalmente – prosegue Pentangelo – va da sé che senza l’adozione di specifiche norme sul contenimento della produzione di rifiuti e sull’obbligatorietà dell’assicurazione antincendio e dell’istallazione di termocamere utili a poter attivare tempestivamente l’intervento dei soccorsi in caso di roghi, tutto diventa decisamente più complicato”. “Con buona pace dei cittadini che pagano sia in termini di salute che di tariffe sempre più salate”, conclude l’esponente di Forza Italia.