AMBIENTE, CONTROLLI A CONTRASTO DELLA GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI SULLA COSTA CAMPANA

ANCHE A SCAFATI ILLECITI SVERSAMENTI DI RIFIUTI DA PARTE DI IMPRESE OPERANTI LUNGO IL FIUME sARNO
letto 90 volte
1-canalesantommasorosso.jpg
Nel corso di finalizzati servizi per contrastare il fenomeno dello smaltimento illecito dei rifiuti, i Carabinieri del N.O.E. di Napoli hanno denunciato in stato di libertà il legale rappresentante ed il responsabile tecnico di una società avente per oggetto attività di raccolta di rifiuti solidi urbani differenziati. Gli stessi si sono resi responsabili, in concorso, di “gestione illecita di rifiuti per mancanza di conformità dei requisiti tecnici previsti dal D.M. 08.04.2008 e successivamente modificato dal D.M. 13.05.2009” (mancanza di cartellonistica sui rischi per l’uomo e l’ambiente, mancanza delle indicazione del codici CER sui cassoni, rifiuti RAEE esposti agli agenti atmosfericinonché per “getto pericoloso di cose”, in quanto venivano rinvenuti autocompattatori ed alcuni cassoni con rifiuti organici che percolavano sul piazzale.

Scafati (SA). Nel corso di finalizzati servizi per il contrasto degli illeciti sversamenti da imprese operanti a ridosso delle arre attraversate dal fiume Sarno ed i suoi affluenti, i Carabinieri del N.O.E. di Salerno hanno denunciato a piede libero il legale rappresentante di uno stabilimento industriale per la produzione di conserve alimentari. Lo stesso si è reso responsabile di “scarico di acque reflue, con recapito nel canale Angri/San Tommaso”, risultati non conformi ai parametri in violazione alla prescrizioni contenute nel titolo autorizzativononché “deposito temporaneo di rifiuti speciali non pericolosi”, in violazione alle prescrizioni contenute nel titolo autorizzativo.