BOSCOREALE, AL VIA LE PROCEDURE PER L’INSEDIAMENTO DELL’OSSERVATORIO VERSO RIFIUTI ZERO

letto 1303 volte
5-balzano.jpg

Avviate le procedure per l’insediamento dell’Osservatorio verso Rifiuti Zero che avrà il preciso obiettivo di raggiungere il traguardo dei “Rifiuti Zero” entro il 2020. Con un avviso pubblico diffuso stamane, sono state invitate le associazioni dei commercianti, ambientaliste e di categoria, e i comitati attivi sul territorio di Boscoreale, a manifestare, entro quindici giorni, l’interesse a partecipare all’Osservatorio designando un loro rappresentante.

L’Osservatorio, presieduto dal sindaco, sarà costituito dal direttore generale dell'Azienda Speciale Ambiente Reale, da un rappresentante della Rete Nazionale Rifiuti Zero, da almeno un esperto scelto tra i professori universitari in materie attinenti, da un rappresentante per ciascun Comitato attivo sul territorio e da un rappresentante nominato dall'associazione commercianti.

L’organismo avrà il compito di monitorare costantemente il percorso verso "Rifiuti Zero" individuando criticità e soluzioni per rendere tale cammino verificabile, partecipato e stabilmente in grado di aggiornarsi anche alla luce dell'evolversi del quadro normativo nazionale e internazionale.

Siamo in dirittura d’arrivo per l’insediamento dell’Osservatorio che ci consentirà di aggiungere un nuovo tassello fondamentale nell'ambito del tema rifiuti –ha spiegato il sindaco Giuseppe Balzano-. Una sfida dovuta, per i cittadini di oggi e di domani. Con la collaborazione dell'Osservatorio e dei cittadini, incidendo sull’aspetto ‘educativo’, potremo di sicuro centrare obiettivi sempre più virtuosi di conoscenza e condivisione, di contenimento dei costi, d’instaurazione sia di una tariffazione più equa, sia d’incentivi per i più virtuosi, insomma potremo concorrere al miglioramento della qualità della vita. Un cammino –ha concluso il sindaco- sicuramente non semplice e con delle insidie dovute ai mutamenti e alle innovazioni, anche organizzative e burocratiche, che un simile ambizioso progetto richiede”.

La strategia 'zero waste', che come amministrazione abbiamo condiviso, – spiega Raimondo Marcone, assessore all’ambiente – impone politiche risolute nella direzione della riduzione e della piena differenziazione dei rifiuti. Tale iniziativa - afferma l'assessore Marcone -, non comporta impegno di spesa per l’amministrazione comunale giacché i membri dell’organismo, che dovranno riunirsi almeno due volte l’anno congiuntamente alla competente commissione consiliare, non percepiranno alcun compenso, salvo un rimborso spese opportunamente documentato, per i membri fuori sede”.