SARNO, NOTA DI PROTESTA DEL SINDACO-PRESIDENTE CANFORA AL DIPARTIMENTO DI PROTEZIONE CIVILE

Causa della protesta la mancata manutenzione delle opere di messa in sicurezza delle zone alluvionate
letto 1385 volte
canalizzazionisarno.jpg

Premesso che il rischio meteo-idrogeologico e idraulico è fortemente condizionato dall’azione dell’uomo, dalla densità della popolazione, dalla progressiva urbanizzazione, dall’abbandono dei terreni montani,dall’abusivismo edilizio, dal continuo disboscamento, dall’uso di tecniche agricole poco rispettose dell’ambiente e dalla mancata manutenzione dei versanti e dei corsi d’acqua, nonchè della mancata manutenzione delle opere di messa in sicurezza delle zone alluvionate,  pongono il territorio italiano indifeso contro i fenomeni meteo-idrogeologici che aggraveranno di sicuro i dissesti e l'esposizione al rischio stesso, ha fatto bene il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, neo Presidente della Provincia di Salerno, ha mandare una nota di protesta al Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli, al responsabile dell'Arcadis, Giuseppe carannate, al Presidente della Regione, Stefano Caldoro, e all'assessore regionale alla Protezione Civile, Edorado Cosenza, per il Mancato collaudo e mancata manutenzione delle opere di messa in sicurezza nelle zone alluvionate.

A tale proposito, il Sindaco-Presidente chiede che si provveda con urgenza ad effettuare gli interventi necessari di collaudo e di manutenzione ordinaria e straordinaria dei canaloni e delle vasche, che sono occlusi da arbusti ed erbacce, che impediscono il normale deflusso delle acque piovane, per i motivi precedentemente detti.

La mancata pulizia di questi ultimi, come si pụ osservare anche dalla foto, e la presenza di detriti o di vegetazione renderanno meno agevole l’ordinario deflusso dell’acqua,  e quindi potrebbero causare esondazioni delle acque di scolo. Urgono quindi immediati provvedimenti.