Scafati: IL PACINOTTI FA VISITA AL GARANTE DELLA PRIVACY

Il gruppo di studenti del corso "La cittadinanza attiva" si è recato compatto a Roma
letto 1391 volte
Le porte degli Uffici del Garante dei dati personali si sono aperte per gli studenti dell’istituto tecnico industriale Antonio Pacinotti, grazie al Dirigente Scolastico prof.Salvatore Ferramosca che ha autorizzato la visita di istruzione realizzata come tappa importante del corso “La cittadinanza attiva” realizzato con i fondi del Pon...

2007-2013. Per gentile concessione dell’intero collegio del Garante della Privacy, una delegazione di alunni ha potuto visitare uffici e laboratori del Garante di Piazza Montecitorio. Lunedì scorso, cinque maggio 2008, il gruppo di allievi che ha seguito il corso “La cittadinanza attiva” ha raggiunto la Capitale, accompagnati dagli insegnanti Patrizia Di Monte e Silvio Desiderio. Accanto ai ragazzi durante l’incontro avvenuto con l’avvocato Giuseppe Fortunato, componente del collegio del Garante che ha fatto gli onori di casa, anche l’esperta Floriana Anna Maria Filippone. L’avvocato Fortunato ha colloquiato a lungo con gli alunni, spiegando loro le varie forme di tutela dei dati personali. Il professionista ha parlato di una possibilità chiara e semplice di segnalare direttamente ai uffici del Garante episodi poco limpidi in merito al trattamento dei dati personali. La seconda e terza forma di tutela sono il ricorso che otterrà risposta dopo circa sessanta giorni ed il reclamo che si può effettuare tramite mail o fax. I ragazzi hanno potuto visitare l’URP, ufficio relazioni con il pubblico, il primo contatto e punto di riferimento per il cittadino di ogni paese e città. Perché ogni amministrazione dovrebbe avere l’ufficio relazioni che fa capo all’Urp di Roma. Ma gli alunni del Pacinotti hanno potuto apprendere come lezione base che qualsiasi cittadino ha il diritto ed il dovere verso sé stesso, di essere garante della propria privacy. Ai giovani, minorenni e spesso alle prese con il mondo dell’informatica è stato insegnato a rilasciare i propri dati personali con cautela. La visita a Monte citorio è stata una tappa importantissima per gli studenti che hanno seguito il corso “Cittadinanza Attiva” tenuto dalla sociologa Filippone che assieme al collega dottore Achille Mazzeo ha seguito i ragazzi per quaranta ore. Il Dirigente Scolastico prof. Ferramosca, avendo ottenuto i fondi Pon 2007-2013 ha regalato agli alunni la possibilità di conoscere il concetto di cittadinanza attiva, inteso come pura conoscenza della Costituzione italiana. L’intento è stato quello di rendere consapevoli i ragazzi dei propri diritti e dei propri doveri, con la speranza che possano riconoscere e distinguere la legalità dall’illecito, come in ogni moderna democrazia.