Angri: RIPRENDONO A PIENO REGIME I LAVORI AL PIP TAURANA

letto 1277 volte
uperato l’ostacolo delle falde acquifere nell’area del PIP “Taurana”. Da alcuni giorni sono ripresi i lavori per la canalizzazione delle acque reflue e meteoriche.L’opera aveva subito uno stop forzato a causa di alcuni problemi legati alla natura del terreno...

Delle falde acquifere erano venute fuori al momento dello scavo per la messa in opera della rete fognaria, ma grazie alla tenacia dell’impresa aggiudicataria dei lavori ed al personale dell’ufficio tecnico di AgroInvest Spa, attraverso varianti progettuali, si è riusciti a superare lo scoglio dei depositi naturali di acque sotterranee ed entro Ottobre 2009 opere di urbanizzazione, collettori e rete fognaria saranno completate. <<Dopo alcuni mesi -  ha dichiarato il presidente di AgroInvest, Pasquale Mauri - siamo riusciti a riprendere i lavori nel Pip Taurana. Per problemi tecnici, legati alla natura del terreno, che d’altronde hanno creato qualche difficoltà anche ad alcune imprese nella realizzazione degli opifici, siamo stati costretti a rivedere i progetti strutturali. Questo ci è costato del tempo, ma abbiamo garantito, attraverso varianti progettuali, la tutela non solo di molti comparti agricoli, ma anche di abitazioni. Senza dimenticare le aspettative delle 34 aziende che hanno investito in questo Pip, che saranno sia fonte di sviluppo economico per il territorio, che opportunità occupazionale per tanti giovani disoccupatI>>. Il Piano di Insediamento Produttivo “Taurana”, che si è estende su di una superficie di 396mila mq tra le città di San Marzano sul Sarno, Angri e Sant’Egidio del Monte Albino, è il primo Pip della Regione Campania che accorpa più comuni.