CASTEL SAN GIORGIO (SA), COSA C'E' DIETRO L'INCENDIO DELLA MACCHINA DELL'EX CONSIGLIERE DI FDI-AN GIOIELLA'

Solidarietà a Gioiella da Cirielli, deputato di fdi-an, da Iannone, coordinatore regionale fdi-an e i portavoce provinciali Nanni Marsicano, Ugo Tozzi e Imma Vietri: Cirielli annuncia una interrogazione parlamentare.
letto 1092 volte
incendio-auto-4.jpg

La mia solidarietà all’ex consigliere comunale di FdI-An Aniello Gioiella, la cui auto stanotte è stata avvolta dalle fiamme. Sono certo che si farà presto chiarezza sull’accaduto, che richiama alla mente un altro analogo episodio avvenuto nel novembre scorso, l’incendio dell’auto del candidato sindaco di Castel San Giorgio Michele Salvati. È necessario capire se ci sono legami tra le due vicende, visto il clima poco sereno che da qualche tempo c’è in città”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. 

Anche i portavoce provinciali di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Nanni Marsicano, Ugo Tozzi e Imma Vietri, e il coordinatore regionale Antonio Iannone esprimono solidarietà e vicinanza ad Aniello Gioiella, ex consigliere comunale di FdI-An a Castel San Giorgio, la cui auto, che si trovava sotto la sua residenza, è andata in fiamme stanotte.  

Ci auguriamo che si faccia piena luce sull’episodio – spiegano -. Solo qualche mese un rogo avvolse l’auto di un altro consigliere di Fratelli d’Italia Michele Salvati, candidato sindaco di Castel San Giorgio”.