Scafati: ECCO LE MODIFICHE AL PIANO AZIENDALE OSPEDALIERO

Aumentati i posti letto. Ora si attende l'apertura della Cardiologia
letto 1205 volte
ospedale(1).jpg
Presentato il definitivo piano di riassetto relativo ai posti letto dell’ospedale Mauro Scarlato approvato dalla Direzione generale dell’Asl Sa1. Nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina presso il primo piano del Mauro Scarlato, alla presenza del primo cittadino Francesco Bottoni, del direttore sanitario del nosocomio...

cittadino Alfonso Giordano e di alcuni consiglieri comunali dell’amministrazione scafatese, sono state comunicate le modifiche apportate alla bozza di piano, in merito alla palese penalizzazione cui il Mauro Scarlato era stato sottoposto sia sul piano della soppressione di alcuni reparti sia sull’esiguità di posti letto. Le novità rispetto alla prima bozza della direzione generale sono state elencate dal direttore sanitario. << Dopo la prima bozza del piano ospedaliero, che a dire la verità aveva lasciato tutti con l’amaro in bocca, oggi, possiamo dire che le aspirazioni di questo ospedale sono state riaccettate. I posti letto sono passati da 106 a 150 e anche il reparto di Pediatria è stato ripristinato. Ai 10 posti di UTIC ne sono stati aggiunti 6, 8 sono stati assegnati alla Rianimazione, mentre gli altri reparti hanno visto una ridistribuzione di posti letto>>. Assenti alla conferenza l’assessore alla Sanità del comune di Scafati Filippo Quartucci e il direttore generale dell’asl Sa 1, Giovanni Russo per impegni lavorativi, il sindaco di Scafati ha preso la parola. << Ringrazio il manager Russo per essersi assunto la responsabilità di modificare il piano aziendale e il direttore sanitario Giordano per aver perorato la causa del nosocomio cittadino. Possiamo dire di aver vinto una battaglia e di trovarci oggi ad un livello paritario se non superiore rispetto agli altri presidi ospedalieri del comprensorio. Per l’ennesima volta, ribadisco, che è merito di questa amministrazione se oggi siamo a questo punto mentre poco o niente hanno fatto gli esponenti di opposizione. Da parte loro non vi è stato nessun sollecito al direttore generale e partecipazione alcuna>>. Per quanto riguarda invece la Cardiologia, sembrerebbero sempre più lenti i tempi per l’apertura del reparto, che, nonostante i lavori terminati e gli ordini già effettuati delle apparecchiature e degli arredi, continua a rimanere in una perenne fase di stallo. Altri interventi, sembrerebbero inoltre in atto per risolvere l’annosa questione del Centro Unico per le prenotazioni urgenti, oggetto di numerose polemiche da parte degli utenti scafatesi per le file interminabili e la mancanza di personale agli sportelli. << Le problematiche inerenti al Centro Unico – ha informato il direttore Giordano(in foto) – non sono di competenza dell’ospedale ma del Distretto. Stiamo comunque mettendo in campo una serie di interventi per snellire l’affluenza delle prenotazioni. Abbiamo rivisto la procedura dell’effettuazione del Ticket e le modalità di prenotazione delle visite. Presto, i cittadini potranno prenotare direttamente da casa e parlare con degli appositi centralini>>. Francesca Cutino