Scafati: VILLA GALASSO A DISPOSIZIONE DELLO SPORT

Questa mattina la proposta del sindaco al colonnello delle fiamme gialle
letto 2370 volte
municipio(7).jpg
Utilizzare beni confiscati alla camorra dallo Stato per metterli nella disponibilità del cittadino. Il principio è alla base della proposta che, questa mattina, il sindaco Francesco Bottoni ha avanzato, in un documento, al comandante provinciale della Guardia di Finanza di Salerno, colonnello Angelo Matassa, affinché si possano

avviare a breve tutte le procedure per consentire al Comune di Scafati di ottenere la gestione delle strutture sportive, e zone pertinenti, inserite all’interno di Villa Galasso, bene confiscato alla camorra e oggi sede del Comando Compagnia della Guardia di Finanza di Scafati. “La proposta scaturisce dalla forte volontà e, soprattutto dalla esigenza, di poter utilizzare un’area di uso pubblico, corredata di attrezzature sportive e spazi verdi, per trasformarlo in un vero e proprio centro sportivo cittadino che, purtroppo, a Scafati oggi non abbiamo. – ha spiegato il primo cittadino di Scafati, ribadendo gli stessi concetti che sono stati inseriti nella lettera trasmessa questa mattina al colonnello Matassa – Tale proposta acquisisce una valenza ancora più significativa se viene intesa come possibilità per la società civile di gestire e utilizzare le cosiddette proprietà dei camorristi che lo Stato ha voluto fortemente sottrarre loro proprio per consentirne poi un uso di pubblica utilità. Il Comune di Scafati, mettendo nell’effettiva disponibilità della comunità quell’area confiscata alla camorra, riuscirebbe insomma nell’intento di restituire al cittadino un bene che gli è stato illegalmente sottratto, proseguendo di fatto quella battaglia, a fianco dello Stato, per esorcizzare il proliferarsi delle forme di illegalità e criminalità, purtroppo ancora diffuse nei nostri territori.” Le strutture sportive di Villa Galasso (un campo di calcio con relative tribune, un campo da tennis, un campo da bocce e palestra con sauna) sono attualmente inutilizzate, collocate in un’area di circa 14mila metri quadrati, corredata di spazi verdi. “Questa proposta è al vaglio di questa Amministrazione già da tempo. Più volte ci siamo già confrontati verbalmente anche con il capitano Dario Marano, comandante della Compagnia di Scafati, proprio per capire quanto potesse essere fattibile la nostra proposta. – ha aggiunto il sindaco Bottoni – Fatte le dovute valutazione, e avuta consapevolezza di quanto un simile progetto possa essere importante per la nostra città, abbiamo deciso di formalizzare quella proposta ed avviare un percorso che spero possa presto consentirci di realizzare in quell’area un grande complesso sportivo comunale. Considerato che quelle strutture sono attualmente inutilizzate, spero si possa quanto prima avviare un tavolo di trattative, con il coinvolgimento del Corpo Guardia di Finanza, del Provveditorato alle Opere Pubbliche e dell’Agenzia delle Entrate, al fine di impostare un dialogo per la valutazione della nostra proposta. Siamo convinti dell’importanza e dell’utilità di questo progetto e per questo motivo rappresenterà uno degli obiettivi del nostro programma elettorale.”