MIRABELLA ECLANO (AV), TENTO' RAPINA IN BANCA. INCASTRATO DALLE IMPRONTE: ARRESTATO

letto 211 volte
1-rapina-banca.jpg

Nella mattinata odierna, all’esito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano hanno dato esecuzione all’ordinanza della custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un 26enne di Melito di Napoli, raggiunto da gravi indizi di colpevolezza in relazione ad una tentata rapina alla filiale di Venticano della BCC di Flumeri commessa il 15 marzo 2019.

In quella circostanza a volto scoperto, dopo aver superato la porta metal detector senza intoppi, intimava alla cassiera, con la minaccia del taglierino, di consegnargli il denaro custodito in cassa. Il rapinatore tuttavia dovette desistere, grazie anche al provvidenziale intervento di un cliente che ne provocò la fuga dopo avergli scagliato addosso un cestino portacarte. 

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica ed effettuate dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Mirabella Eclano e dalla Stazione di Dentecane, prontamente intervenuti sul posto, hanno consentito di individuare, in quel frangente, due impronte che inserite nella banca dati nazionale hanno permesso di appurare trattarsi dello stesso rapinatore, che il successivo 3 giugno si era reso responsabile della rapina alla filiale dello stesso Istituto ad Ariano Irpino.