C/MARE DI STABIA, LAVORO, IANNONE (FdI): GOVERNO INTERVENGA SU CRISI MERIDBULLONI. LAVORATORI NON VANNO LASCIATI SOLI

letto 96 volte
meridbulloni.jpeg

"Il governo eviti che si ripeta per i lavoratori della Meridbulloni lo stesso dramma vissuto da quelli della Whirpool di Napoli, il che rappresenterebbe un altro fallimento sociale per la Campania ma più in generale per il Sud Italia".

A dirlo il senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, commissario regionale di FdI in Campania che ha presentato sul tema un'interrogazione ai ministri dello Sviluppo Economico, del Lavoro e per il Sud e la coesione territoriale.

"La decisione del gruppo Fontana, alla guida della Meridbulloni, di trasferire la produzione dallo stabilimento di Castellammare a quello di Torino ha rappresentato il classico fulmine a ciel sereno, ma soprattutto una scelta incomprensibile vista l'efficienza del sito stabiese. E' evidente che questa decisione è una sorta di licenziamento indiretto visto che chi non accetterà il trasferimento dopo un periodo di cassa integrazione sarà licenziato. Ad aggravare tutto c'è l'atteggiamento di chiusura dei vertici aziendali indisponibili ad aprire un qualsiasi tavolo di confronto. Ora spetta al governo farsi carico di questa situazione. Non può restare a guardare e piuttosto deve adottare subito tutte quelle necessarie iniziative che consentano di tutelare i diritti dei lavoratori della Meridbulloni", conclude il senatore Iannone.