CASTEL SAN GIORGIO (SA), INAUGURATA STAMANE LA SECONDA CASA DELL'ACQUA

La struttura erogatrice di acqua microfiltrata e depurata è stata installata in Largo della Pace ai Caduti di Nassirya. Paola Lanzara :« il nostro contributo alla salvaguardia dell'ambiente».
letto 85 volte
foto-inaugurazione-casa-dell-acqua-12031-.jpg

Prosegue senza soste l'attività  dell'amministrazione guidata da Paola Lanzara, tra lavori pubblici e attività per il territorio, con un impegno di spesa in corso per 33 milioni di euro tra finanziamenti europei e fondi comunali.

Questa mattina la conclusione di un'altra progettualità seguita in questi anni dalla sindaca di Castel San Giorgio. Dopo l'apertura della prima casa dell'acqua avvenuta nel 2013 e installata  tra le frazioni di Castelluccio e Trivio, il servizio di erogazione di acqua microfiltrata e  depurata  arriva, da oggi, anche nel capoluogo. L'erogatore pubblico è stato installato nella grande piazza dove il venerdì si tiene la fiera mercato, un luogo facilmente raggiungibile da una buona fetta di popolazione distribuita tra il centro cittadino e le frazioni basse del paese.

«Un altro obiettivo viene raggiunto dalla nostra amministrazione che con grande caparbietà e costanza sta lavorando per offrire ai cittadini di Castel San Giorgio servizi sempre più al passo con i tempi ed in linea con quelle che sono le tematiche green e di rispetto dell'ambiente. La casa dell'acqua oltre a rappresentare un risparmio in termini economici per le nostre famiglie rappresenta anche un importante contributo alla salvaguardia dell'ecosistema e dell'ambiente .

La struttura erogatrice pubblica determinerà certamente una ulteriore riduzione di plastica ed emissioni di CO2.  Una  famiglia di 4 persone, considerando un  consumo minimo  di 1 litro di acqua a testa al giorno, risparmierà, per l’acquisto di acqua minerale, circa 220,00 euro all'anno. Un esempio semplice per capire in termini pratici il risparmio che si può facilmente ottenere, senza contare le migliaia di bottiglie di plastica evitate, con ricadute positive anche sui costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in Pet, un altro passo in avanti per fare di Castel San Giorgio un paese plastic free»-ha detto la sindaca Paola Lanzara.

Presenti al taglio del nastro della nuova casetta dell'acqua anche il vice sindaco Giuseppe Alfano, gli assessori Giustina Galluzzo e Antonia Alfano ed il responsabile dei rapporti con gli Enti della società Acquatec, Domenico Imperatore.
La Acquatec è la più grande azienda regionale nella installazione e gestione di  case dell'acqua, oltre 100 quelle realizzate in Campania,tra le quali le due installate a Castel San Giorgio.

Obiettivo delle casette dell'acqua è quello di valorizzare ed utilizzare al meglio l’acqua pubblica, buona, controllata e sicura, attraverso il pagamento del solo servizio di affinamento e gasatura.

Per accedere al servizio è possibile  sia utilizzare  la card fornita dalla società sia le monete. Il costo è di 5 centesimi al litro sia per la naturale fredda che frizzante. Per ottenere la card è possibile contattare il numero verde 3331435437, fissare un appuntamento e attendere che gli addetti  al servizio  consegnino  direttamente le card in loco  a coloro che ne avranno fatto richiesta.

Una volta a regime, con l'entrata in funzione del secondo punto di erogazione, si stima che saranno risparmiate circa  400 mila bottiglie di plastica all'anno.