POLIZIA DI STATO, QUESTURA DI SALERNO, PRETENDIAMO LEGALITA': LA POLIZIA DI STATO INCONTRA GLI STUDENTI. GLI INCONTRI CON GLI STUDENTI NEL MESE DI APRILE DELLA QUESTURA DI SALERNO

letto 174 volte
pretendiamo-legalit-.jpg

Prosegue il Progetto “PretenDiamo Legalità”, con gli incontri nelle scuole della provincia di Salerno, organizzati dalla Polizia di Stato, Questura di Salerno.

Nel mese di aprile dell’anno scolastico in corso (2022) , in collaborazione con il MIUR Regione Campania – Ufficio Scolastico Provinciale di Salerno, infatti, si sono svolti gli incontri

Il noto Progetto “PretenDiamo Legalità” ha l’obiettivo  di  contribuire ad educare al rispetto delle regole, alla solidarietà, sui temi di maggiore attualità ed interesse per i giovani studenti, con particolare riferimento alla “tutela” posta da parte della Polizia di stato, in  particolare in tema di “Dipendenza da stupefacenti, alcool e da internet”, “Bullismo e cyberbullismo”; “Intimità digitale ( es. revenge porn, adescamento online, etc.)”.

L’importante occasione di scambio e di dialogo tra  la Scuola e la Polizia di Stato, per il mese di aprile, ha visto  protagonisti,  in ordine di data, gli studenti del Liceo Statale Mons. B. Mangino Di Pagani e gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Parmenide di Roccadaspide. 

Gli incontri didattici, mirati ad un approfondimento sulle tematiche suindicate tenuti dal Vice Questore Aggiunto dr. Vincenzo Alagia, dal Medico Principale dr.ssa Benedetta Agrifoglio, dal Vice Ispettore Alessandra Gatti e dall’Assistente Capo C. Giuseppina Valeria Berardi, attraverso dei contributi elaborati dai referenti e con delle modalità che mirino a garantire il dialogo e l’interazione con gli studenti.

Gli incontri svolti ad aprile dalla Polizia di Stato, Questura di Salerno, nelle scuole succitate della provincia di Salerno hanno permesso di raggiungere più di 1000 studenti, in aggiunta alle migliaia di studenti già protagonisti degli incontri dei mesi precedenti dell’anno scolastico in corso.

Tali numeri sono stati raggiunti grazie alle dirette “streaming” organizzate dai Dirigenti degli  Istituti Scolastici, con un sistema misto  di  studenti dal vivo ed altri collegati on line dalle rispettive classi.

Gli studenti hanno posto interessanti domande ed hanno espresso  osservazioni sui temi riguardanti le dipendenze da droghe e sull’intimità digitale.

L’iniziativa, si svilupperà fino a maggio, ed è rivolta agli studenti delle prime  dieci Scuole Secondarie di Secondo Grado di Salerno e provincia che hanno aderito al progetto.