SCAFATESE-MONTEMILETTO 1-0, PARTITA DIFFICILE CONTRO UNA SQUADRA MOLTO ARCIGNA E DURA DA BATTERE, MA COSTANTINO NEL SECONDO TEMPO RIESCE A SEGNARE LA RETE DELLA VITTORIA

letto 200 volte
2-scafatese-stefano-costantino.jpg

Con le unghie e con i denti la Scafatese riesce a spuntarla contro un arcigno Montemiletto e tiene ancora viva la speranza del secondo posto in classifica. Gli uomini di Sgambati si presentano al "Giovanni Vitiello" con il coltello tra i denti per provare a conquistare punti vitali che le permetterebbero di continuare a sognare una salvezza diretta senza passare per la ghigliottina dei play out, mentre dall'altro lato del campo mister Liquidato è costretto ancora una volta a scervellarsi per sbrigliare il bandolo della matassa della sua Scafatese, ancora una volta priva dello squalificato Napolitano e degli infortunati Esposito, Iommazzo e Alvino.

La soluzione iniziale scelta dall'allenatore canarino è il 4-3-1-2 con Colantuono tra i pali, Trezza e Masullo centrali, Di Pasquale e Manzo esterni, centrocampo composto da Costantino, Cavaliere e Canale con Senatore a svariare dietro la coppia Evacuo-Tagliamonte, e sul piano del gioco la scelta inizia a dare fin da subito i suoi frutti con tre occasioni tutte targate Tagliamonte: l'attaccante classe 99 prima si vede parare il suo colpo di testo da Calabrese e poi spara alto due volte, al minuto 7 e al minuto 13, prima di sinistro al termine di una sortita solitaria in attacco e poi con un destro di poco impreciso.

Le tre folate giallobleu fanno prendere le contromisure al tecnico ospite che, alzando sia il pressing che i ritmi del suo centrocampo, riesce a imbrigliare i meccanismi di costruzione dei padroni di casa, al punto che per rivedere un'altra occasione bisogna aspettare la mezz'ora quando Di Pasquale fa partire un fendente destro che chiama agli straordinari Calabrese, ma la prima frazione si chiude addirittura con una doppia occasione ospite: Colantuono deve letteralmente arrampicarsi all'incrocio per togliere dallo specchio la conclusione sul secondo palo di Ciro Starita e poi nel recupero riesce a metterci anche una mano decisiva sulla velenosa punizione di Ireba che si infrange sulla traversa.

Al rientro dagli spogliatoi Liquidato prova a dare una spallata alla gara passando al 3-5-2 inserendo Iovinella per Canale e dopo soli quattro minuti della seconda frazione l'occasione per il vantaggio capita nuovamente sul sinistro di Tagliamonte, ma anche in questo caso la traiettoria del pallone si alza di poco sulla traversa. Passano soltanto sessanta secondi e Di Pasquale sulla destra riesce a calibrare un cross che trova in area Costantino, il centrocampista schiaccia il pallone che però dopo il rimbalzo si alza sulla traversa, ma inizia a capire che i suoi inserimenti e i suoi stacchi aerei potrebbero rivelarsi fondamentali per la partita, al punto da sfiorare di pochi millimetri l'incrocio al 59' sulla rimessa lunga di Masullo.

Al 74' brividi sulla schiena della retroguardia canarina dopo la conclusione dal limite dell'ex Ernesto Starita che si spegne di poco a lato, ma al 77' le incursioni volanti di Costantino trovano finalmente il giusto premio con la rete che vale il vantaggio: sull'angolo battuto da Masullo il centrocampista trova la girata che lascia di sasso la difesa gialloverde e fa letteralmente impazzire il Vitiello.

Gli ultimi minuti sono non adatti ai deboli di cuore: Liquidato è costretto a togliere per un dolore fisico l'ottimo Senatore e, per non infrangere la regola degli under, inserisce Frulio ma è costretto a procedere con l'avvicendamento dei portieri Botta-Colantuono; lo stesso Frulio, però, dura pochissimo in campo a causa di un'espulsione diretta e quindi i canarini sono costretti a finire in inferiorità numerica e con tanti acciacchi, tra cui quelli del bomber Evacuo e di Iovinella, ma il carattere giallobleu si concretizza ancora una volta e i padroni di casa riescono a trascinarsi al triplice fischio finale con il vantaggio acquisito.

I canarini raggiungono quota 63 punti in classifica e restano in scia all'Agropoli secondo a sole tre giornate dalla fine della stagione regolare; sabato prossimo la squadra di Liquidato sarà ospite del Giffoni Sei Casali.

[26 Marzo 2023, Stadio "Giovanni Vitiello" di Scafati]

SCAFATESE: Colantuono 03 (82' Botta 04), Trezza, Manzo, Masullo, Di Pasquale 03, Costantino, Canale (45' Iovinella), Cavaliere, Senatore 04 (82' Frulio), Evacuo (91' Solimeno 04), Tagliamonte.

A disposizione: Botta 04, Scarpati, Frulio, Iovinella, Acanfora 06, Scognamiglio 04, Solimeno 04, Salvatore 04, Vassallo 05
All: Liquidato Staefano

LMM MONTEMILETTO: Calabrese, Ceparano (91' Di Donato 04), De Nunzio 04, Starita Ciro, Cardin, Capone, Starita Ernesto, Sanyang (84' Kouadio) Moschini (79' Gentil), Pugliese, Ireba 03.

A disposizione: Iarrobino 04, Graziosi Gianfilippo 04, Russo, Graziosi Manlio 05, Kouadio, Napolitano, Gentil, Di Donato 04, Bevilacqua 06.
All: Sgambati Francesco.

RETI: 77' Costantino

Arbitro: Stefano D'Amato di Salerno
Assistenti: Giovanni Auriemma di Nola e Antonio Russo di Torre del Greco
Note: Ammoniti: Starita Ciro (M), Masullo (S), Starita Ernesto (M), Cavaliere (S), Ireba (M), Costantino (S). Espulso: Frulio (S) Calci d'angolo: 4-3.