BLITZ DELLA POLIZIA LOCALE: CONTROLLATI DECINE DI AUTOMEZZI DIRETTI ALLA DISCARICA DI TERZIGNO

Preoccupanti i dati relativi alla gestione del servizio emersi dal controllo
letto 1045 volte
2.jpg

Circa settanta tra autocompattatori e TIR ispezionati, cinquanta verbali elevati per infrazioni al Codice della Strada, due TIR che perdevano percolato oggetto di denuncia all?Autorità  Giudiziaria per reato ambientale. E? questo l?esito di un imponente servizio svolto, dalle 23,30 di ieri sera fino alle 7,30 di stamattina, da un pattuglione di operatori della Polizia Locale coordinati sul campo dal comandante Rosa Luongo, sotto la supervisione del sindaco Gennaro Langella che ha affiancato i suoi collaboratori nel corso del lungo ed intenso servizio e con i quali si è complimentato per la brillante operazione svolta. Numeri significativi quelli emersi dai controlli, che la dicono lunga sull?attuale gestione del servizio in ambito provinciale, che, da quello che è stato accertato, è svolto in condizioni precarie e con utilizzo di gran parte degli automezzi che non rispettano le più  elementari norme del codice della strada. Inquietante il dato emerso dai controlli sugli automezzi dell?Asìa ?l?Azienda Municipalizzata del Comune di Napoli-, il 100% sanzionati perché privi di svariata documentazione prevista dal Codice della Strada. Altro dato che è venuto alla luce dai controlli è quello che all?incirca il 15% dei TIR ispezionati proviene dal Cdr di Caivano, ciò sta a significare che in quel comune è in corso la bonifica del sito con il trasferimento dei rifiuti nelle cave di Terzigno, ad ulteriore danno della popolazione vesuviana.    Questa è la prima delle operazioni di servizio che il Sindaco aveva annunciato nei giorni scorsi per difendere il territorio di Boscoreale e la salute dei suoi concittadini giustamente preoccupati per le ripercussioni che possono derivare dalla collocazione dei rifiuti nelle cave vesuviane della vicina Terzigno. L?operazione di controllo, svolta lungo il percorso solitamente attraversato da autocompattatori e TIR diretti all?ex discarica SARI, è stata seguita fino alle prime luci dell?alba da numerosi cittadini residenti lungo Via Panoramica e da esponenti dei comitati civici che stanno lottando contro l?apertura delle discariche di rifiuti nel Parco Nazionale del Vesuvio. ?Sono profondamente soddisfatto dell?esito di questi primi controlli che confermano le nostre preoccupazioni per il modo a dir poco scellerato com?è svolto il servizio di trasferimento dei rifiuti dai comuni dell?intera provincia nelle cave di Terzigno ? ha spiegato il sindaco Gennaro Langella a conclusione dell?operazione di servizio-. La cosa che mi ha stupito è che dall?elevato numero di autocompattatori e TIR, circa 150, che in media ogni notte attraversano le strade del nostro territorio, la scorsa notte ne abbiamo monitorato meno della metà. A questo punto ? ha chiosato il Sindaco Langella- mi domando: dove sono andati? Chi e perché li ha bloccati per evitare i controlli? Cosa trasportavano di così ?pericoloso? da temere i nostri controlli? Sono interrogativi che ci lasciano riflettere e che ci spingono sempre più ad intensificare la vigilanza  perché ? ha concluso il Sindaco- è bene che si sappia, nell?ambito delle nostre possibilità ed esclusive competenze, vorremo vederci chiaro ed andremo fino in fondo con l?adozione di ogni atto che la legge ci consente?.