PAGANI (SA), AL CIRCOLO UNIONE FRANCESCA CUTINO HA PRESENTATO IERI IL SUO LIBRO "PARRUCCHE"

letto 750 volte
47109574-10216056270633031-6793831658823876608-n.jpg

Splendida serata, quella di ieri, al Circolo Unione di Pagani, una realtà che non conoscevamo e che rappresenta per Pagani un simbolo che esiste dal 1894. Un sodalizio di soli soci che grazie ai suoi ampi spazi è capace di offrire svariate attività ricreative e sociali a tutti i soci e non soci che partecipano alla vita del circolo. 

E\' in questa bellissima struttura che l'autrice del libro si è confrontata con una platea attenta, numerosa e valida, nonostante (ahinoi) la partita Fiorentina-Juventus in corso.

La crescita dei territori passa anche attraverso questi momenti di confronto, di dibattito e di riflessione comune. E a Pagani, nel circolo che ha ospitato Parrucche, l'autrice ha trovato quello che già conoscevamo, una città ricca di tradizioni e di cultura.

Un plauso al Presidente Luigi De Prisco per aver intuito l'importanza del radicamento e del confronto. Un caloroso grazie ad Anna Rosa Sessa, promotrice dell'evento, consigliere comunale e portavoce del consigliere regionale Gambino, a Massimo Calenda giornalista Rai per il suo prezioso intervento, al presidente Assostampa Campania Valle del Sarno Salvatore Campitiello per la vicinanza e l'immancabile sostegno, alla prof.ssa Rosaria De Angelis docente di lettere e attrice per la disamina puntuale e la brillante recensione di Parrucche, alla moderatrice e giornalista Lia Cutino.  

La serata, condotta egregiamente dalla dott.ssa Lia Cutino, è stata molto scorrevole con gli interventi puntuali e ricchi di spunti dei relatori.

Spiega l'autrice del libro, Francesca Cutino: "Il mio libro è per metà autobiografico, parla della giornalista, Federica Lorenzi, chiamata a svolgere un prestigioso incarico da un politico che si candida a diventare sindaco di una città senza nome. In quel luogo, cuore di tutta la narrazione, scorre un fiume "killer" che assiste minaccioso alle storie che si intrecciano durante l'arco narrativo. "Parrucche" è anche un libro sul giornalismo, sull'amore, sulla famiglia ma anche sulla morte, un tema ricorrente che aleggia in ogni capitolo e che muta e condiziona i protagonisti di questa campagna elettorale. E' il "mostro" a legare le avventure di Federica, della sua famiglia, dei suoi nemici ma anche di chi, inaspettatamente, la tirerà fuori dalle sue insicurezze e da un passato che sembra soffocare quel senso di rivalsa al quale aspira. Sono proprio le sue sensazioni a fare da apri pista agli eventi che si registrano dopo il suo trasferimento nella città natale, in compagnia del figlio piccolo. L'unica ancora alla quale aggrapparsi per non essere risucchiata da una vita, fino ad allora, spietata e ingiusta. Il libro non vuole solo far comprendere cosa voglia dire lavorare a stretto contatto con un politico - dove spesso diventa più opportuno presentarsi in compagnia di moglie e figli piuttosto che di un politicante estraneo alle logiche territoriali - ma ha anche un forte richiamo sociale".

A fine serata la promotrice dell\'evento Anna Rosa Sessa, si è detta entusiasta della serata e del libro: "È stato un bel momento di riflessione e di confronto, con un eccellente parterre di relatori ed un'attenta platea per una giornalista diventata scrittrice che, in punta di piedi, ha saputo "colpire " ed emozionare.... ad maiora!".

Non è stato da meno il Presidente del Circolo Unione, Luigi de Prisco: "Grazie a Francesca Cutino, come ha detto il Vice Presidente Enrico Cascone, abbiamo iniziato questa nuova governance con una serata piena di significati e ricca di contenuti. Gli obiettivi che ci siamo prefissati sono: cultura, teatro, musica, tennis e tempo libero, abbiamo centrato il primo obiettivo. Ti aspettiamo per il tuo prossimo lavoro! Ti aspettiamo x il prossimo lavoro, grazie anche a Salvatore Campitiello, alla prof. de Angelis, a Massimo Calenda e alla nostra socia Annarosa Sessa, la quale con la sua solita maestria ha organizzato questa splendida serata.".