DONNE AL SERVIZIO DELL'ARTE

Presentato a Scafati "Previsioni", il nuovo calendario Tekla
letto 1232 volte
teklaaaa.jpg

E? stato presentato ieri il nuovo calendario d?arte TEKLA ?Previsioni? presso lo show room di Scafati, sito in via Dante Alighieri. Il calendario, giunto alla decima edizione, omaggio alla scrittrice Alda Merini scomparsa di recente, offre una visione della realtà tutta al femminile. Le donne non sono più soltanto l?oggetto delle foto, ma il soggetto, l?anima creatrice e produttrice. Per la realizzazione del calendario sono state scelte sette giovani artiste campane, che hanno reso attraverso diversi percorsi l?alterità del reale. ?L?anima delle cose vista dalle donne? conduce alla conoscenza di una verità profonda. ?Lo scopo del calendario TEKLA è di sottolineare il connubio tra arte ed industria, a dispetto dei soliti stereotipi. Gli anni scorsi abbiamo lavorato con grandi artisti nazionali ed internazionali, come Luigi Vollaro, Luigi Pagano, Franco Cipriano, Ernesto Terlizzi e il russo Michail Kulakov ? ha spiegato il coordinatore Francesco Prete ? quest?anno abbiamo deciso di dare una nuova immagine al nostro calendario, grazie alla collaborazione di giovani promesse?. L?originale realizzazione è stata curata da Raffaella Barbato e Massimo Finelli. ?L?idea di un calendario al femminile è nata spontaneamente ? ha dichiarato Raffaella Barbato ? volevamo dargli una nuova immagine, un?impressione più fresca. Abbiamo scelto la fotografia perché rende il messaggio artistico con grande immediatezza percettiva. Attraverso le foto di queste giovani artiste si comprende il modo di percepire la memoria dell?universo femminile. Emergono diverse immagini: la donna amazzone, la visione surreale della vita quotidiana, la ricerca delle radici?.  Il calendario TEKLA non è in vendita, perché non è un?iniziativa a scopo di lucro. Verrà distribuito agli enti culturali e agli organismi che si occupano della lotta per i diritti delle donne. Un bel progetto, che testimonia l?esigenza sentita molto in questi ultimi anni di dar voce alle donne per l?affermazione di una critica al femminile.