"VESEVUS": GLI ARTISTI RACCONTANO IL TERRITORIO

Pittura, scultura, poesia, musica dell'area vesuviana
letto 1209 volte

Apre i battenti domani a via Tricino, traversa Caiazzo, la mostra collettiva d?arte contemporanea ?Vesevus?, curata dalla prof.ssa Lina Lupoli. La mostra, organizzata con il patrocinio della Provincia di Salerno e del Centro Culturale Arianna sarà visitabile fino al 28 dicembre. Gli ideatori, Francesco Matrone, Umberto Carotenuto e Luisa Pace, sono giovani studenti dell?Accademia di Belle Arti, desiderosi di far conoscere le loro opere ad un vasto pubblico. Grazie all?Associazione Arianna, hanno potuto superare le barriere burocratiche e finanziarie che di solito impediscono la visibilità di opere d?arte di artisti emergenti. Lo scopo di questi giovani è di trasmettere l?importanza della cultura. L?esposizione artistica dà espressione a cinque forme d?arte: pittura, scultura, poesia, musica e fotografia. Le opere sono collocate in uno spazio estremamente affascinante: le pareti divisorie e il gioco di specchi creano un ambiente straniante, labirintico, che trasmette le difficoltà dei giovani di farsi conoscere. Il titolo ?Vesevus? indica l?appartenenza degli artisti all?area vesuviana, non il soggetto della mostra, perché gli oggetti artistici hanno tematiche disparate, a sottolineare il percorso travagliato e diversificato che seguono i giovani talenti prima di trovare la propria strada. La mostra espone anche quadri di artisti già affermati, come Giovanni Boccia, e di pittori appartenenti al terzo mondo, le iniziative di Arianna danno tutte grande importanza all?interculturalità e alla stretta relazione tra arte e solidarietà. In particolare, alla mostra di Scafati sono esposti quadri del senegalese Bakary Sarr e di Fhereric Kashirawe, proveniente dal Burundi. Il 19 dicembre alle ore 19,30 all?inaugurazione della mostra interverranno il Sindaco Pasquale Aliberti, l?Assessore alla Cultura Cristoforo Salvati e il Presedente della Commissione Cultura Mariano Falcone. Particolarmente interessante l?appuntamento del 27 dicembre, quando ci sarà un confronto tra i vari artisti che hanno partecipato alla mostra.