IN BIBLIOTECA SI LEGGE AD "ALTA VOCE"

Partita questa mattina l'iniziativa
letto 1271 volte
leggere.jpg

E? partito questa mattina il progetto ?Leggere ad alta voce in Biblioteca?, ideato da Luisa De Marco, curatrice della sezione Ragazzi della Biblioteca comunale, con la collaborazione di Margherita Formisano e promosso dall?amministrazione comunale. Circa 60 bambini accompagnati dai loro insegnanti, hanno raggiunto la Biblioteca, luogo di educazione permanente. Ai piccoli lettori-ascoltatori, infatti, è stato chiesto di elaborare un segnalibro ispirato allo spot ?Leggere è il cibo della mente, passaparola?, con l?intento di raccoglierli tutti ed esporli in biblioteca. Alle classi, che hanno aderito, inoltre, è stata illustrata la storia dei libri pop-up e donato un opuscolo bibliografico attinente alla lettura ad alta voce.

?La lettura ad alta voce  ha spiegato Luisa De Marco - è un?azione mirata che produce un avvicinamento al mondo dei libri, un loro apprezzamento nella consapevolezza della lettura quale atto legato alla sfera del piacere e non più del dovere. Lo scopo del progetto è quello di far amare la lettura e i libri di qualità rivolti all?infanzia, infatti, grazie ad autori e illustratori raffinati si può riscoprire e comunicare l?amore per i libri. La lettura e il gioco possono diventare fortissimi strumenti di comunicazione tra insegnanti e alunni, genitori e figli, nonni e nipoti. Il progetto si propone altresì di presentare un?immagine di biblioteca quale luogo accessibile a tutti, fonte di stimoli, accogliente e divertente?.-

 ?La Sezione Ragazzi della Biblioteca  - ha dichiarato il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti - è ricca di esperienze e progetti condivisi da dirigenti scolastici, docenti, famiglie e alunni. Queste esperienze, sostenute dall? amministrazione comunale e dalla  .biblioteca e alimentate dalla partecipazione del mondo scolastico, hanno ottenuto il lusinghiero e gratificante obiettivo di vedere un numero sempre crescente di lettori piccoli e grandi che, per piacere e non per dovere, amano leggere e continuano a frequentare assiduamente la nostra biblioteca. Alla luce dei brillanti risultati ottenuti nel corso del convegno ? Nati per Leggere? tenutosi nel mese di febbraio 2009, che ha coinvolto circa 600 persone e la psicoterapeuta e scrittrice Maria Rita Parsi, abbiamo accolto, con grande piacere il prosieguo del progetto, dal titolo ?leggere ad alta voce in biblioteca? in quanto ha come scopo principale la promozione del piacere alla lettura e il recupero del gusto per la parola letta ad alta voce