Scafati: TUTTO PRONTO PER IL 28 SETTEMBRE

Stamattina, presentato il programma della manifestazione
letto 2021 volte
michaelforrester.jpg
Questa mattina, Palazzo Mayer ha ospitato una conferenza stampa in occasione del 65° Anniversario della Battaglia di Scafati, che si celebrerà domenica 28 settembre attraverso una serie di eventi distribuiti durante l’arco dell’intera giornata, atti, principalmente, a commemorare il Generale di Divisione Michael Forrester (1917-2006) che, in qualità di tenente colonnello a capo di un contingente del Queen’s Royal Regiment britannico, condusse...

durante la II Guerra Mondiale, la battaglia per la liberazione di Scafati. La manifestazione, promossa dall’Amministrazione comunale con la consulenza storica del dr Angelo Pesce nonché il coordinamento dell’Ufficio del Cerimoniale del Comune, avrà inizio alle ore 09.00 con l’accoglienza degli Ospiti presso la Casa municipale e proseguirà con la parata di veicoli militari d’epoca e diversi cortei e cerimonie presso i monumenti commemorativi presenti nel centro cittadino. Alle ore 10.40, in Piazza Vittorio Veneto, le Autorità saluteranno i cittadini prima di scoprire la lapide dedicata al Generale Forrester, evento principale della giornata. Dopodiché le ore trascorreranno tra un pranzo a buffet in Villa Comunale, una sfilata militare, una proiezione in anteprima del documentario “La Battaglia di Scafati”, per terminare, in serata, con i concerti della “City of Rome Pipe Band” e della “Fanfara dell’Associazione Nazionale dei Bersaglieri di Chiaravalle Centrale”. Saranno presenti alla celebrazione alcuni esponenti della famiglia Forrester; l’addetto militare, colonnello Charles Darell, dell’Ambasciata del Regno Unito in Roma; il segretario dell’Associazione del Queen’s Royal Surrey Regiment, Tony Russell; Gerardo Kaiser, responsabile delle relazioni esterne del Consolato del Regno Unito in Napoli; il corrispondente da Roma del Times di Londra, Richard Owen; e tutte le Autorità civili e militari del territorio. Un 65° Anniversario, dunque, ricco di momenti tanto importanti quanto significativi per lo spessore storico-culturale che danno alla nostra città, come lo stesso sindaco Aliberti, ha spiegato durante la conferenza stampa: “L’obiettivo, oltre che ricordare Michael Forrester, è incuriosire i cittadini affinché possano avvicinarsi con interesse alla storia locale che ha giocato sicuramente un ruolo fondamentale nella più conosciuta storia nazionale e mondiale”. A questo proposito, nella medesima sede, è stato presentato ed illustrato un opuscolo sapientemente scritto dal dr Angelo Pesce, che sarà nei prossimi giorni distribuito in tutte le scuole medie inferiori di Scafati e agli studenti del Liceo scientifico “R. Caccioppoli”. Ad affiancare il primo cittadino in conferenza stampa, c’erano Antonio Fogliame, consigliere delegato all’organizzazione dell’evento; Angelo Pesce, storico del Comune di Scafati, e Liberato Sicignano, capo dell’Ufficio Cerimoniale. Proprio quest’ultimo ha riferito: “Questa manifestazione si presenta come la più articolata e complessa dal punto di vista organizzativo che io ricordi nei miei vent’anni di lavoro presso la Casa comunale”. Piccola nota polemica, o forse più di rammarico, da parte del dr Fogliame, che, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha lamentato: “I politici che ci hanno preceduto non hanno saputo valorizzare il patrimonio storico, artistico, culturale e paesaggistico della città di Scafati. Da questo momento noi vogliamo ridare il giusto prestigio a questo tipo di risorse”. Infine, a chiusura conferenza, una riflessione di Aliberti: “Se si pensa alla storia e ai suoi protagonisti, potrebbe suonare strano che un’Amministrazione di centro-destra, come la nostra, organizzi questa commemorazione. In realtà, credo che sia significativo di quanto il tempo possa cambiare le situazioni ed unire le ideologie”.  Rossella Varone