Scafati: UN LIBRO CHE RICORDA <THE BATTLE OF SCAFATI>

Il libro di Angelo Pesce si inserisce a pieno nella manifestazione che si terrà a Scafati il prossimo 28 Settembre.
letto 1242 volte
angelopesce.jpg
65°anniversario di un evento storico, “The Battle of Scafati”. Per l’occasione, in questi giorni, l’amministrazione scafatese è in fermento nell’organizzazione articolata della manifestazione per celebrare il 28 settembre, data memorabile per la città. La celebrazione di tale ricorrenza, non accenna a un lavoro – un opuscolo di una...

quarantina di pagine scritto dal dr. Angelo Pesce – in cui si parla di quell’evento storico e del suo protagonista, il col. Michael Forrester. Si tratta di un lavoro che, in distribuzione gratuita, resterà a futura memoria di tutto ciò che ha preceduto questa particolarissima commemorazione, di chi vi ha contribuito e vi ha partecipato, oltre a tracciare in maniera dettagliata un profilo “della vita e delle avventure” di un soldato per molti versi eccezionale e al quale Scafati deve molto. “Il presente volumetto – scrive il Sindaco Pasquale Aliberti nella prefazione - ricco di informazioni e di illustrazioni pur nella sua forzata sinteticità, si inserisce nel programma di commemorazione del 65° anniversario della Battaglia di Scafati del 28-29 Settembre 1943, tra le truppe inglesi comandate dall’allora giovanissimo tenente colonnello Michael Forrester e quelle tedesche in ritirata, tutt’altro che frettolosa, verso nord dal fronte di Salerno. In carica da pochi mesi, mi ritengo fortunato di aver avuto l’opportunità di offrire il mio incondizionato consenso a una iniziativa messa in essere dal mio predecessore su suggerimento del consulente storico ufficiale della città di Scafati, il dr.Angelo Pesce (non dissipo parole a elencare le sue benemerenze in campo storico, accumulate anche all’estero, in quanto già di dominio pubblico) col fervido sostegno del funzionario comunale Liberato Sicignano, responsabile dell’Ufficio relazioni esterne e del cerimoniale del nostro ente. Resomi conto dell’impegno che l’iniziativa comportava, non ho esitato a delegare il Consigliere comunale dr.Antonio Fogliame al compito di appoggiarla in pieno, sul piano organizzativo, in mia diretta rappresentanza. Nell’ambito del disegno di questa Amministrazione di far conoscere attivamente, attraverso una divulgazione finora dimostratasi sottotono e sporadica, il considerevole retaggio storico, artistico, paesaggistico e umano della nostra città, è scaturita l’idea di dare a questa ricorrenza – quale evento identitario fondamentale per la nostra comunità – una cadenza annuale, accompagnandola a iniziative che ne catalizzino l’interesse e ne siano a loro volta esaltate, con particolare riguardo alle giovani generazioni, destinatarie privilegiate di ogni intervento teso a favorire il progresso culturale, civile e democratico. Su questo, e su altri ambiziosi programmi in gestazione, aspettiamo di essere giudicati alla prova dei fatti, fiduciosi di poter contare sulla collaborazione sia di chi si è già distinto nel mettere in pratica tali ideali, sia di chi ambisca, con analoga competenza e impegno, di entrare a far parte di una distinta compagine mirante a tenere alto il nome e l’immagine della nostra città”.