LAZIO-NAPOLI 1-4, GLI AZZURRI STRAVINCONO CONTRO UNA LAZIO CHE E’ DURATA SOLO UN TEMPO. GRAN GOL DELL’ALIENO MERTENS

Chi adduce la sconfitta della Lazio agli infortuni dei 3 difensori, sbaglia di grosso. Se Bastos, De Vrij e Basta si sono procurati infortuni muscolari è colpa o merito del Napoli e dei suoi attaccanti che hanno pressato in continuazione i difensori, i quali per recuperare hanno dovuto fare sforzi muscolari ripetuti che li hanno portati agli infortuni. E’ un segnale di scarso allenamento sugli sforzi muscolari. Al Napoli, che corre per 90’ non succedono questi infortuni muscolari.

Comunque la partita si presentava molto difficile. La Lazio e il Napoli sono le due squadre più in forma al momento e che esprimono entrambe il più bel gioco del campionato. Entrambe imbattute, ma il Napoli ha il miglior attacco del campionato con 15 gol, la Lazio ha in attacco un Immobile che finora ha segnato 6 gol ed è animato da spirito di rivalsa contro il Napoli che non l’ha voluto, anche perché già coperto nel ruolo.

La sorpresa nella squadra di Sarri è Maggio al posto di Hysaj. Il motivo non si sa, forse una punizione per quello che ha dichiarato: di voler lasciare il Napoli e andare o alla Juve, o al Bayern o al Real. Un avvicendamento insomma. Per il resto giocano i titolarissimi. Nella Lazio torna Parolo.

I primi 25’ sono di marca napoletana, con la solita pressione nella metà campo laziale e con qualche contropiede laziale con Immobile che non ha prodotto granchè. Al 26’ occasione per Insigne che tira  di destro un rasoterra che Strakosha para. Al 29’ angolo per la Lazio, respinge di testa Hamsik che colpisce il proprio palo, sfiorando l’autorete. Ancora Lazio al 30’, con Immobile che salta due azzurri e crossa trovando il compagno De Vrij che appoggia in rete con un Reina che smanaccia ma non riesce ad evitare il gol laziale: 1-0.

La rete subita fa mettere il turbo al Napoli che comincia a premere e velocizzare di più il suo gioco, ma è ancora Immobile che lanciato da Lucas Leiva al 34’ sta per entrare in area, ma Reina fuori area gli frana addosso rimediando un fallo e un’ammonizione. Al 38’ Mertens lancia Hamsik a tu per tu con Strakosha, ma invece di tirare si allarga per aggirare il portiere e il tiro colpisce il palo. Al 44’ solito cross millimetrico di Insigne per Callejon che tira a colpo sicuro ma il portiere laziale con la punta delle dita devia il pallone in angolo.

Per chi dice che la Lazio perdendo Bastos per infortunio muscolare si è indebolita, non dice il vero, perchè qualche minuto dopo, ha segnato la rete del momentaneo vantaggio. Quindi l’infortunio non centra. E poi non c'è la riprova.

Secondo tempo. Rientro in campo con la Lazio che perde De Vrij e al suo posto il giovane Murgia (quello che segnò la rete del vantaggio sulla Juve nella supercoppa). I primi 8’ vedono il Napoli più convinto e la Lazio che agisce in contropiede. Al 9’ la rete del pari con Koulibaly. Su angolo di Ghoulam conclusione di Albiol che Strakosha respinge, ma sulla respinta Koulibaly mette sotto la traversa. 1-1.

All’11 il sorpasso con Callejon che raccoglie un pallone filtrante di Mertens e tira di precisione nell’angolino basso. Nulla da fare per Strakosha.1-2.

Al 14’ palla filtrante per l’attaccante Mertens che viene anticipato per poco da Strakosha che respinge sulla destra, ma l’alieno Mertens è pronto a recuperare la palla e con un mezzo giro tira in porta insaccando. Un gol da favola e da campione indiscusso. 1-3.

Al 17’ Insigne con un tiro rasoterra mette in difficoltà Strakosha che aiutato dal palo respinge in campo la palla. La Lazio è disorientata, non capisce cosa le sia capitato. Dall’1 a 0 al 1-3.

E’ dominio Napoli. Entra Lukaku per Milinkovic-Savic. La Lazio esaurisce i cambi. Al 27’ esce Hamsik ed entra Zielinsky. Al 28’ infortunio muscolare per Basta. Cambi esauriti e Lazio in 10’. Il Napoli sembra controllare facilmente la partita e non insiste nei suoi attacchi. Palleggia con i giocatori laziali ormai sfiduciati. Al 36’ esce lo stratosferico Mertens ed entra Milik. Al 41’ entra Rog per Callejon.  La partita non ha più storia. Si registra solo l’1-4 su rigore per il Napoli. Dopo uno scambio viene atterrato Milik in area: rigore! Tira Jorginho e spiazza Strakosha.

L’1-4 completa l’apoteosi napoletana. La partita finisce col Napoli in testa a pari punti con la Juve. Si delinea il duello solito perché l’Inter ieri ha pareggiato a Bologna.

Dispiace solo sentire che sull’1-0 per la Lazio si stava già recitando il de profundis per il Napoli da parte dei commentatori di Sky e Mediaset. Ci dispiace averli delusi, come ci dispiace deludere i detrattori e i commentatori televisivi della Domenica, anzi del Mercoledì. Il Napoli è lanciato e adesso due gare con Spal e Crotone, poi l’Inter.

LAZIO-NAPOLI 1-4

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha 6; Bastos 6 (25' Marusic 5), De Vrij 7 (1' st Murgia 6), Radu 5; Basta 5, Lucas Leiva 6,5, Parolo 6, Lulic 6; Luis Alberto 6, Milinkovic-Savic 6 (18' st Lukaku 5); Immobile 7.

A DISPOSIZIONE: Vargic, Guerrieri, Luiz Felipe, Patric, Di Gennaro, Crecco, Nani, Palombi, Caicedo. All.: Inzaghi 5

NAPOLI(4-3-3): Reina 6; Maggio 6,5, Albiol 6,5, Koulibaly 7, Ghoulam 6,5; Allan 7, Jorginho 7, Hamsik 7 (28' st Zielinski 6); Callejon 7 (41' st Rog 6), Mertens 8 (36' st Milik 6), Insigne 7,5.

A DISPOSIZIONE: Sepe, Rafael, Hysaj, Maksimovic, Tonelli, Mario Rui, Diawara, Ounas, Giaccherini. All.: Sarri 7

ARBITRO: Damato 7

MARCATORI: 30' De Vrij (L), 9' st Koulibaly (N), 11' st Callejon (N), 14' st Mertens (N), 47' st rig. Jorginho (N)

AMMONITI: Radu, Jorginho, Lucas Leiva (L), Mertens, Reina (N)

CLASSIFICA DI SERIE A - 5a GIORNATA
 
#
Squadra
PG
V
P
S
GF
GS
DG
Pt
 
1
Napoli
5
5
0
0
19
3
16
15
 
2
Juventus
5
5
0
0
14
3
11
15
 
3
Inter
5
4
1
0
11
2
9
13
 
4
Milan
5
4
0
1
10
6
4
12
 
5
Torino
5
3
2
0
10
5
5
11
 
6
Lazio
5
3
1
1
10
8
2
10
 
7
Roma
4
3
0
1
9
3
6
9
 
8
Sampdoria
4
2
2
0
6
4
2
8
 
9
Atalanta
5
2
1
2
9
7
2
7
 
10
Fiorentina
5
2
0
3
8
7
1
6
 
11
Cagliari
5
2
0
3
4
6
-2
6
 
12
Chievo
5
1
2
2
5
8
-3
5
 
13
Bologna
5
1
2
2
4
7
-3
5
 
14
Sassuolo
5
1
1
3
3
8
-5
4
 
15
SPAL
5
1
1
3
3
8
-5
4
 
16
Udinese
5
1
0
4
7
10
-3
3
 
17
Genoa
5
0
2
3
5
9
-4
2
 
18
Verona
5
0
2
3
1
11
-10
2
 
19
Crotone
5
0
1
4
1
11
-10
1
 
20
Benevento
5
0
0
5
1
14
-13
0

 

 

ROCCAPIEMONTE (SA), ASSOCIAZIONE FEDORA, PATRIZIA RINALDI APRE LA NUOVA STAGIONE PRESENTANDO IL LIBRO "LA FIGLIA MASCHIO"

SALERNO, ASSISTENZA AI PAZIENTI POLITRAUMATIZZATI, CAOS ALL'OSPEDALE DI NOCERA INFERIORE

Il sindacalista della Uil Fpl, Biagio Tomasco: “La rete è solo sulla carta. Al momento rispettano le direttive regionali solamente Salerno e Vallo del...

BALCONICA, A FUTANI (SA) TORNA L'EVENTO DOVE "L'ARTE SI AFFACCIA DAI BALCONI"

«“Un'intermittenza spettacolare” ci piace pensare. “Finalmente sarà possibile scrutare senza essere accusati di indiscrezione”, ci piace ch...

TRUFFE AD ANZIANI, CIRIELLI: BENE APPROVAZIONE LEGGE, FDI PRIMO GRUPPO A SOLLEVARE PROBLEMA

IL BASKET BELLIZZI TRIONFA AL TORNEO DI SAN GENNARO. L'ASSISTANT COACH MENDUTO: "OTTIME INDICAZIONI DA QUESTE DUE PARTITE"

SCAFATI, LA BIBLIOTECA F.MORLICCHIO PARTECIPA ALLA VI EDIZIONE DEL BIBLIOPRIDE GIORNATA NAZIONALE DELLE BIBLIOTECHE

SALERNO, ESPOSIZIONE D’ARTE PITTORICA DI ANDREA FALCONE A PALAZZO GENOVESE.

23 - 30 SETTEMBRE. INIZIO ORE 18.00.

Mezzostampa WebTv

+ Slide
- Slide
  • Parla con Noi - Puntata 0

  • Gomorroide il film-conferenza stampa al cinema Metropolitan

  • IL LIBRO: 28 GIORNI - STORIE DI MADRI di Francesca Cutino

  • DIARIO DI UNA FOOD WRITER...a cura di Francesca Cutino

  • Donne nel Sarno. Recupero della Panda Gialla

  • Calendario Mezzostampa 2013

  • 'Reality' di Garrone - I protagonisti al Modernissimo

  • MARCIA PER IL MAURO SCARLATO - 12 GIUGNO 2012

  • notte bianca a scafati.MP4

  • Con Mezzostampa ed Enrico Oro alla Notte Bianca di Scafati tutto può accadere....avi