FRANCO ORTOLANI, UN DIFENSORE DELL'AMBIENTE AL SENATO ELETTO NEL M5S

letto 960 volte
sen-franco-ortolani.jpg

Il prof. Franco Ortolani, ordinario di geologia alla Federico II, eletto in un collegio di Napoli con più di 100.000 preferenze per il M5S, un professionista competente, da sempre difensore dell'ambiente, dell'acqua, esperto di dissesto idrogeologico, prima che uscissero i risultati elettorali ci ha mandato questo articolo a difesa dei santuari dell'acqua potabile:

"Sei parole per la vita, sei parole per difendere l'acqua potabile! Devono essere scritte subito. Si tratta della tutela dell'acqua potabile alimentata dai serbatoi idrogeologici calcarei carsificati (molto vulnerabili all'inquinamento) come i Monti della Maddalena tra il Vallo di Diano e la val d'Agri, i monti tra Muro Lucano e il fiume Sele al confine tra Campania e Basilicata, i Monti Picentini che riforniscono gratuitamente i cittadini della Campania, Puglia e Basilicata di oltre 16.000 litri al secondo e sui quali alcune compagnie petrolifere hanno chiesto di avviare attività petrolifere che sono palesemente incompatibili con la conservazione delle risorse idropotabili.

E' evidente che si deve tutelare l'acqua potabile! Non è una opzione: è un obbligo! Bastano "sei parole per difendere l'acqua potabile" che ci "regalano" gli acquiferi carbonatici carsificati! Quali? Eccole "non si possono effettuare attività petrolifere" perchè queste ultime sono incompatibili con la tutela delle falde che ci alimentano gratuitamente di acqua di ottima qualità.

Se sarò eletto senatore, ma anche se ciò non avverrà, ricorderò ai parlamentari della Campania, Basilicata, Molise e Puglia che si devono scrivere queste sei parole per la difesa dell'acqua potabile che oggi non è tutelata. E per chiudere... sui serbatoi idrogeologici carbonatici naturali non si possono effettuare attività petrolifere".

Conoscendolo, siamo sicuri che trasmetterà quanto ha scritto, e scrive da sempre, nei "Santuari decisionali". Ad Majora Professore!