POMPEI, XVI EDIZIONE DELLA VIA CRUCIS IL 25 MARZO. UN EVENTO SECONDO SOLO ALLA SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI

letto 104 volte
img-20180320-wa0003.jpg

La Via Crucis a Pompei è ormai diventata un cult, seconda solo alla Supplica alla Madonna, sia per i costi che per il coinvolgimento della gente di Pompei e anche dei paesi viciniori. Circa 10000 persone hanno assistito all'ultima edizione della Via Crucis, assiepate lungo le transenne che delimitavano il percorso da Piazza Immacolata a Piazza Bartolo Longo, dove sarà montato il palco sul quale avverrà il Processo a Gesù e la Crocefissione.

Anche quest'anno il Comune di Pompei, nella persona del Sindaco Pietro Amitrano, è intervenuto economicamente nell'organizzazione dell'evento. Un evento istituzionalizzato da qualche anno e che viene organizzato con notevole sacrificio e impegno da parte dei 130 attori e comparse, che, precisiamo, lo fanno da sempre volontariamente senza alcun compenso che non sia un attestato di partecipazione.

Come sempre, lungo il percorso della passione di Cristo, ci saranno le forze dell’ordine e l’associazione carabinieri di Pompei e le guardi ambientali, oltre alla croce rossa che sarà lì pronta ad intervenire alla bisogna, e ai radioamatori italiani che danno, attimo per attimo, il supporto informativo dell’andamento del corteo.

Il corteo partirà da Piazza Immacolata, snodandosi per le strade cittadine fino ad arrivare in Piazza dove su un palco montato davanti al sagrato della Chiesa avverrà il processo e la crocefissione di Gesù Cristo.

Gran parte dell’impegno, dicevamo, quest’anno, se lo è assunto il Comune di Pompei, ma non solo, anche i lions Pompei fanno la loro parte, anche economicamente.

Abbiamo chiesto al  Past Governatore del distretto 108ya dei lions international, nonché socio del club Pompei, il dott. Emilio Cirillo, cosa spinge i lions di Pompei ad organizzare ogni anno questa onerosa manifestazione, che prima era per gran parte a carico del club: “Intanto, vorrei precisare che anche quest’anno l’onere economico per gran parte è dell’Amministrazione Comunale di Pompei,  che, avendo istituzionalizzato l’evento, partecipa sostanziosamente all'organizzazione dell'evento. Bisogna ricordare che già da qualche anno il Comune interveniva con supporto economico per la parte che riguardava i costumi d’epoca romana. Quindi, grazie al Sindaco Pietro Amitrano per aver riconosciuto l’importanza di questo evento.  Inoltre, dobbiamo ringraziare la Prelatura che ci ha permesso di effettuare le prove nei locali di sua pertinenza. Noi lions, come sempre,  interveniamo quest’anno con un impegno economico ridotto, grazie al contributo del comune, e siamo vicini all’organizzazione per tutto ciò che può servire, fungiamo da trait union tra gli attori, la Chiesa e il Comune. Ma quelli che davvero danno l’anima e l’impegno sono gli attori e le comparse del G.A.T.I. di Elio Sorrentino, il vero motore della manifestazione, regista e attore, che fin dalla nascita della manifestazione si impegna, insieme ai 130 attori e comparse, gratuitamente, per la buona riuscita della manifestazione. Siamo finalmente riusciti a farla diventare, non più una manifestazione dei lions, ma una manifestazione del Comune di Pompei”.

L’orario di inizio della Via Crucis, che partirà da Piazza Immacolata, è previsto per le 20,30, proseguirà per via Roma, Via Marianna De Fusco, Piazza Schettini e Piazza Bartolo Longo, continuerà per via Carlo Alberto, svolterà nella II traversa di Via Carlo Alberto per immettersi su via Lepanto e si concluderà sul sagrato davanti alla Basilica di Pompei dove avverrà la crocifissione.