SARNO, L'APERTURA DEL TEATRO LISE E' RISULTATA INDIGESTA PER L'OPPOSIZIONE

letto 194 volte
teatro-de-lise1.jpg

L'apertura del teatro De Lise ha toccato un nervo scoperto delle opposizioni, soprattutto di chi in dieci anni di amministrazione non era riuscito a fare lo stesso, lasciando la città in un baratro finanziario e vicina al dissesto. Basterebbe ricordare i tanti debiti fuori bilancio che hanno lasciato e la loro sciatteria ed incompetenza nell'affrontare le problematiche relative ai risarcimenti frana, con una esposizione debitoria di decine di milioni di euro. Le famiglie sarnesi avrebberopagato le loro mancanze amministrative. Abbiamo anche rinunciato a migliaia di euro, decurtandoci gli stipendi in favore di cittadini meno abbienti e non accettiamo lezioni di moralità da nessuno.

Le spese sostenute dagli uffici per l'inaugurazione, relative alle pulizie, al personale, alle attrazioni, ai fiori, erano necessarie ed anche minime, rispetto alle esigenze di una inaugurazione di tale portata. Abbiamo evitato follìe ma certo non potevamo non pulire o fare a meno del personale. Con la vendita degli abbonamenti e dei biglietti per i prossimi spettacoli, le casse avranno nuove entrate.

In 5 anni abbiamo dimostrato di saper gestire bene, tanto che le agenzie di rating ci hanno premiato per la nostra solidità economica. un vero miracolo vista la pesante eredità. Eravamo una squadra di serie C ora siamo in serie A. L'attività amministrativa deve avere tra i suoi compiti anche il rilancio della cultura, del turismo e dei momenti di aggregazione e questa Amministrazione ha investito nel teatro, altri non lo hanno fatto. Noi siamo felici perché i cittadini sono molto soddisfatti per il nuovo teatro. A noi basta questo.