FURTI A CAVA DE’ TIRRENI. CLELIA FERRARA (FDI): «ANCORA NIENTE RINFORZI». IL SEN. IANNONE PRESENTA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

letto 44 volte
37-iannone-antonio02.jpg

La questione furti a Cava de’ Tirreni si fa sempre più delicata. Da oltre un mese i cittadini sono ostaggio di una banda di ladri che quotidianamente mette a segno colpi e tentati furti. Sulla questione è intervenuto il capogruppo cittadino di Fratelli d’Italia, nonché consigliere provinciale, Clelia Ferrara.

«Il problema dei furti nella nostra città sta continuando a creare momenti di agitazione, paure, insomma la situazione è diventata critica – ha dichiarato Clelia Ferrara –. Sto sollecitando ormai da tempo l'amministrazione a prendere i dovuti provvedimenti. Nella commissione mobilità e sicurezza l'assessore Giovanni Del Vecchio ci ha assicurato che, dopo l'incontro con il Prefetto, avrebbero mandato i rinforzi. Ciò non è avvenuto, le forze dell'ordine non riescono purtroppo a monitorare la città nonostante il lavoro sovrumano che stanno facendo e siamo punto e a capo. La gente è stanca, non è giusto che una città come la nostra sia diventata terra di nessuno e non condivido neanche le dichiarazioni del Sindaco perché sono fuori luogo. Pensiamo a spingere di più sugli organi competenti per risolvere il problema. Ringrazio a tal proposito, a nome di tutto il coordinamento cittadino, il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone che ha già provveduto a formulare interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini per metterlo a conoscenza della situazione e chiedere provvedimenti urgenti». 

Di seguito il testo dell’interrogazione scritta a firma del Senatore Antonio Iannone. 

Premesso che:

- da oltre un anno la città di Cava de’ Tirreni (SA) è preda di malviventi che mettono a segno rapine e furti ai danni di provate abitazioni ed attività commerciali;

- le Istituzioni preposte alla sicurezza nonostante i meritori sforzi delle Forze dell’Ordine non riescono a porre fine a questa spirale di crimini che ha esasperato i cittadini che si sono organizzati anche in ronde;

- il Sindaco della Città di Cava de’ Tirreni ha avuto anche un amaro sfogo attraverso i social dicendosi pronto anche alle dimissioni vista l’incapacità di risolvere il problema. 

Chiede:

- se il Governo è a conoscenza di questa grave situazione e se è intenzione del Ministro competente dedicare un’attenzione particolare alla città di Cava de’Tirreni un tempo rinomata realtà per la qualità sociale della sua Comunità e per il suo commercio d’eccellenza;

- se il Ministro ritiene che vadano aumentati uomini e dotazioni delle Forze dell’Ordine per meglio controllare il territorio.