ROSEMARY A. DI CARLO, CAPO DEL DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI POLITICI DELLE NAZIONI UNITE IN VISITA AL COMANDANTE ITALIANO UNIFIL, GEN.DI DIVISIONE STEFANO G. DEL COL, IN LIBANO

letto 100 volte
autorino1.jpg

Il Comandante Italiano UNIFIL, Generale di Divisione Stefano G. Del Col, ha ricevuto ieri in visita il Sottosegretario Generale e Capo del Dipartimento per gli Affari politici delle Nazione Unite, la statunitense Rosemary A. Di Carlo.

L’alto funzionario ONU, nel suo primo viaggio in Medio Oriente, ha visitato la sede del comando della missione UNIFIL in Naqoura e l’Area di operazioni al fine di verificare in prima persona le peculiarità della missione nel sud del Libano e le strategie poste in essere per mantenere la cessazione delle ostilità e la stabilità lungo la Blue Line.

Durante l’incontro, il Generale Del Col ha illustrato i compiti che le forze di UNIFIL svolgono quotidianamente, informando dettagliatamente il Sottosegretario Generale della Nazioni Unite circa il quadro operativo relativo all’area di responsabilità; ha enfatizzato il ruolo chiave della Missione nel contenere le recenti tensioni e gli incidenti lungo la Blue Line, attraverso le strategie di liaison e coordinamento con le autorità politiche e militari di entrambi i Paesi.

Infatti, in occasione degli eventi che hanno preceduto l’incidente dello scorso 1° settembre, il Generale Del Col ha avviato una intensa azione di ingaggio politico-diplomatico con le Forze Armate libanesi (LAF) e israeliane (IDF), che ha permesso di evitare la spiralizzazione dell’evento in una pericolosa escalation della situazione. Questo strumento permette all’intera organizzazione di UNIFIL di tenere fede al mandato sancito con la risoluzione n. 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, pilastro dell’intera missione, e alle successive n. 2373 del 2017, n. 2433 del 2018 per poi arrivare all’ultimo rinnovo del mandato con la risoluzione n. 2485 dello scorso 29 agosto 2019.

Il Generale Del Col ha inoltre illustrato le attività a supporto della popolazione, svolte di concerto con le autorità politiche delle locali municipalità, e le iniziative volte a promuovere l’emancipazione delle donne e dei giovani nel sud del Libano.

Dal 2006 infatti, UNIFIL ha condotto migliaia di attività CIMIC (Civil and Military Cooperation), tra cui i cosiddetti QIP (Quick Impact Project), ovvero una serie di progetti che in brevissimo tempo migliorano la qualità della vita per i locali, in aggiunta alle innumerevoli attività di assistenza medica, dentistica e veterinaria gratuita.

Per il Sottosegretario delle Nazioni Unite Rosemary DiCarlo, la visita nel Libano meridionale è stata l’ultima tappa di un viaggio molto impegnativo in Medio Oriente che ha potuto concludere con una ricognizione in elicottero sulla Blue Line, centro di gravità dell’intera missione e del mandato di UNIFIL.