ECCO LA GEOGRAFIA DEL SESSO DI SAN VALENTINO 2020: LE DONNE MILANESI SONO LE PIÙ TRASGRESSIVE, QUELLE ROMANE LE PIÙ INTRAPRENDENTI, MENTRE NAPOLETANE E CATANESI SONO LE PIÙ FOCOSE.

La Geografia del Sesso emersa dal Sondaggio di San Valentino di SugarDaddy.it dimostra che le abitudini sessuali delle italiane cambiano da città a città, ma il denominatore comune lungo tutto lo Stivale è la preferenza delle donne per un partner più grande in grado di coinvolgerle e di offrire loro uno stile di vita più sicuro.
letto 201 volte
5-images.jpg
Sesso all'aperto e perfino al cinema: le milanesi sono le più trasgressive d'Italia. A svelare i tabù è la Geografia del Sesso 2020 disegnata in occasione di San Valentino da SugarDaddy.it, il primo sito italiano dedicato alle donne giovanissime in cerca di uomini più grandi e agli uomini maturi desiderosi di trovare una ragazza 18-30enne di cui prendersi cura.

Le regine indiscusse di questa speciale classifica sono le milanesi che si classificano le più trasgressive del Belpaese. In particolare Milano (70%), Roma (65%), e Bologna (64%) conquistano il podio come le città dove le donne preferiscono fare l'amore all'aperto e in luoghi insoliti, come in treno o al cinema. Una tendenza molto ricorrente anche a Torino (60%), Napoli (58%), Palermo (52%), Genova (50%) e Firenze (49%).

Le più intraprendenti, disposte a fare il primo passo anticipando quello dell'uomo, sono invece le romane (68%). Ma sul podio anche le napoletane (63%) e le fiorentine (62%).

Le più impetuose? Sono le donne di Napoli (72%), di Catania (71%) e di Venezia (68%).

«Ma c'è un denominatore comune lungo tutto lo Stivale: la preferenza delle donne per un partner più grande» puntualizza Alex Fantini, ideatore di SugarDaddy.it, portale che quest'anno compie 10 anni: il sito è stato lanciato nel 2010 ed è stato rinnovato nel corso degli anni, aggiungendo molte più funzionalità per consentire a tutti di trovare il "perfect match".

La ricerca, condotta a gennaio 2020 con metodo CATI su un campione costituito da 2.000 donne di età compresa tra i 18 ed i 37 anni, rappresentativo della popolazione femminile del nostro Paese, ha infatti consentito di appurare che il nuovo Principe Azzurro delle italiane si colloca in una fascia di età di 14-20 anni più grande rispetto a quella della donna.

È così che per San Valentino le giovanissime andranno a caccia di uomini maturi: sono sexy, colti ed amano sorprendere una donna con regali ed attenzioni. Insomma cercano uomini non necessariamente ricchi, ma benestanti che a loro volta desiderino instaurare un rapporto con donne più giovani con cui condividere passioni ed uno stile di vita agiato.

«Il 62% del campione ha dichiarato di non provare attrazione per i coetanei» puntualizza Alex Fantini. Il Principe Azzurro del 2020 è dunque uno "Sugar Daddy", un uomo affermato che ama accompagnarsi con le più giovani "Sugar Baby", ragazze ambiziose che al fascino acerbo di un ragazzo giovane preferiscono la maturità degli uomini più grandi.

Secondo il sondaggio di SugarDaddy.it si evince anche che per 9 italiane su 10 il "Principe Azzurro" deve essere galante (90%) ed in grado di capire la sua partner (88%).

Per il 78% delle donne è fondamentale inoltre avere al loro fianco un partner che sappia prendersi cura di loro e che possa regalare loro piccole e grandi gioie quotidiane.

Mentre quello che le ragazze proprio non apprezzano è la superficialità (82%) e l'egocentrismo (80%), due caratteristiche che sovente trovano nei loro coetanei.

«Molti ragazzi si rivelano immaturi capricciosi intrappolati in corpi adulti e si rapportano alle potenziali compagne come farebbero con la loro mamma» conclude Alex Fantini. Ed è proprio per questo che quest'anno per San Valentino, parallelamente al boom di SugarDaddy.it, sta vivendo un momento di particolare auge anche CougarItalia.com, il portale che promuove incontri tra donne 35-50enni e uomini più giovani.