SCAFATI, VIABILITA' SECONDARIA SVINCOLO SS 268 DI VIA SANT'ANTONIO ABATE: INCONTRO CON GLI IMPRENDITORI DELL'AREA INDUSTRIALE

Una delegazione degli imprenditori dell’area Pip di via Sant’Antonio Abate è stata convocata questa mattina a Palazzo Mayer per discutere della viabilità secondaria dello svincolo della Statale del Vesuvio, in vista dell’apertura delle bretella M3 che si innesterà proprio sulla zona industriale. Intanto, è stato approvato il progetto stralcio delle opere di urbanizzazione dell’area Pip
letto 64 volte
incontro1.jpg

Ieri mattina il Sindaco Cristoforo Salvati e l’Assessore alla Viabilità Alfonso Di Massa hanno incontrato una delegazione di imprenditori dell’area industriale di via Sant’Antonio Abate ai quali sono state illustrate le azioni che saranno messe in campo dall’Amministrazione comunale per la gestione della viabilità in prossimità dello svincolo della SS268, con specifico riferimento alla necessità di garantire i livelli di sicurezza dell’innesto della bretella M3 (di imminente apertura), che dalla rotonda via
Paludicelle si immetterà su via Sant’Antonio Abate, in prossimità di via Delle Industrie.

Era doveroso da parte nostra – ha spiegato l’Assessore alla Viabilità Alfonso Di Massa – informare gli imprenditori della zona Pip degli interventi che attueremo a breve, in vista dell’apertura della bretella M3, per gestire al meglio, e soprattutto in totale sicurezza, la viabilità secondaria dello svincolo della SS268 di via Sant’Antonio Abate aperto da pochi giorni. Siamo tutti consapevoli del fatto che quello svincolo rappresenti un’opportunità di sviluppo per tutto il territorio e soprattutto per le aziende della zona industriale”.

E’ stata la responsabile del settore “Lavori Pubblici” Erika Izzo, presente all’incontro insieme alla responsabile del settore “Suap” Anna Sorrentino e al maresciallo Maria Rosaria D’Ambrosio, responsabile del servizio “Viabilità” del settore “Polizia locale”, ad illustrare il piano predisposto dagli uffici comunali competenti per regolamentare la circolazione veicolare in prossimità dell’innesto della bretella M3 annunciando, tra l’altro, che è stato completato il progetto stralcio delle opere di urbanizzazione dell’area Pip.

Contiamo di approvarlo in Giunta la prossima settimana – ha confermato il Sindaco Cristoforo Salvati – E’ un risultato di cui andiamo fieri, che ci consentirà di intercettare un finanziamento di circa set - te milioni di euro per il rilancio dell’area industriale di via Sant’Antonio Abate. Il progetto è stato realizzato a costo zero per il Comune, grazie all’impegno e alla professionalità dei nostri tecnici comunali, coordinati dal responsabile unico del procedimento, l’arch. Erika Izzo. Un progetto atteso da anni dagli imprenditori e dall’intera città”.