SCAFATI, SORPRESI SENZA MASCHERINA, SFIDANO IL COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCALE E SCAPPANO: TRE SANZIONATI

I ragazzi, una decina in tutto, richiamati dal comandante Salvatore Dionisio, hanno reagito in malo modo prima di scappare. Tre di loro, di cui uno minorenne, sono stati identificati e sanzionati. Altri due, in corso di identificazione, saranno denunciati per resistenza a pubblico ufficiale.
letto 44 volte
polizia-municipale-vigili-urbani-735x400-640x360.jpg

Ieri mattina, in via Martiri d’Ungheria, il comandante della Polizia locale Salvatore Dionisio ha sorpreso una decina di ragazzi, di età compresa tra i 17 e i 25 anni, sprovvisti di mascherina. L’ufficiale di Scafati li ha avvicinati, richiamandoli al rispetto delle norme anti-contagio, ma i ragazzi hanno reagito in malo modo, deridendo ed offendendo il comandante per poi scappare via. Tre di loro, di cui uno minorenne, sono stati raggiunti ed identificati dopo essere stati condotti presso gli uffici del comando della Polizia locale. Per tutti e tre è scattata la sanzione per violazione delle norme anti-covid. Tra loro c’è anche un soggetto noto alle forze dell’ordine, coinvolto di recente in un’inchiesta della Procura di Nocera Inferiore per furti di auto finalizzati all’estorsione. Altri due, in corso di identificazione, saranno denunciati in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale. 

            “Mi spiace – ha dichiarato il Sindaco Cristoforo Salvati - per i genitori che si vedranno recapitare dei verbali perché i propri figli si sono rifiutati di indossare la mascherina. Sono deluso, da padre e da sindaco. Tra i ragazzi identificati e sanzionati c’è anche un minorenne per il quale è stato necessario richiedere l’intervento del padre. Continuiamo a fare appello al senso di responsabilità della gente, ma vedo ancora troppi ragazzi radunarsi e raggrupparsi, per di più senza indossare le mascherine. E’ necessario che anche i genitori facciano la loro parte, facendo sì che questi comportamenti, incoscienti, non si ripetano nel tempo. La curva dei contagi è in continua crescita. C’è bisogno di comportamenti responsabili e di un rispetto rigoroso delle regole. Rischiamo di vanificare tutti gli sforzi fatti in questi mesi”. 

Ieri mattina, insieme al comandante Dionisio, in via Martiri d’Ungheria, c’era anche l’Assessore alla Polizia Locale, Alfonso Di Massa che ha assistito alla scena. 

            “Voglio, prima di tutto, esprimere – ha evidenziato l’Assessore Di Massa - piena solidarietà al comandante Dionisio, deriso ed offeso da un gruppo di ragazzi che erano stati invitati ad indossare la mascherina. E’ davvero sconcertante prendere atto del fatto che i nostri giovani non prendano in dovuta considerazione il rischio del contagio, rifiutandosi di rispettare le regole. Ero presente ed ho assistito a tutta la scena.  Tutto questo è inconcepibile. Non basta, a questo punto, fare appello solo ai commercianti. E’ necessario richiamare al senso di responsabilità anche i genitori, affinché educhino i loro figli, richiamandoli al rispetto delle norme”.