CAVA DE' TIRRENI (SA), LA POLIZIA DI STATO ARRESTA UN PREGIUDICATO PER TENTATA RAPINA

letto 69 volte
attrezzi-da-scasso.jpg

Nel pomeriggio di ieri, 14 ottobre, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni – Sezione Anticrimine  hanno tratto in arresto F.M., di anni 38, residente in provincia di Napoli, pregiudicato per delitti contro il patrimonio, poiché resosi responsabile dei reati di tentata rapina, violenza a pubblico ufficiale, possesso di oggetti atti ad offendere e strumenti di effrazione.

Nel corso del servizio di pattugliamento del centro cittadino, gli agenti venivano attirati da un forte rumore di vetri infranti proveniente da un esercizio commerciale sito sul corso Umberto I, sull’isola pedonale del centro storico. Nel verificare la provenienza dei rumori, gli operatori appuravano trattarsi di un locale adibito a distributore automatico di cibi e bevande h24 con la serranda semi abbassata. All’interno veniva trovato un uomo intento a danneggiare con un martello la vetrina di una macchina erogatrice al fine di asportare l’incasso in monete. Il soggetto, alla vista degli agenti, tentava una precipitosa fuga lungo il corso, ma veniva bloccato dopo un breve inseguimento a piedi, non senza difficoltà. L’uomo veniva quindi condotto presso gli uffici del Commissariato dove veniva sottoposto a perquisizione personale a seguito della quale venivano rinvenuti, oltre al martello utilizzato per l’effrazione, anche altri strumenti atti allo scasso ed alcuni oggetti da punta e da taglio, contenuti in uno zaino, che venivano prontamente sottoposti a sequestro.

Dopo le operazioni di fotosegnalamento a cura della Polizia Scientifica del Commissariato, l’uomo veniva tratto in arresto per i reati commessi e condotto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del giudizio di convalida.