IL 75% DEI NATIVI DIGITALI ED IL 68% DEI MILLENNIAL VOGLIONO LA COPPIA APERTA

Il 72% dei maturi (baby boomer) preferisce invece un rapporto esclusivo. A metterlo in evidenza è il portale Incontri-ExtraConiugali.com.
letto 75 volte
cs-nativi-digitali-pirelli-640x350.jpg
 

Il 71,5% dei giovani (il 75% dei nativi digitali ed il 68% dei millennial) vuole una relazione aperta. Un nuovo studio di Incontri-ExtraConiugali.com, il portale più affidabile dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato, rivela che ad avere un’elevata propensione verso relazioni adulterine sono la maggior parte (75%) dei ragazzi della «generazione Z», quella composta dagli under-27 —nati dopo il 1995— definiti anche come nativi digitali. 

Il 72% dei maturi (baby boomer) preferisce invece un rapporto esclusivo. Questi in sintesi i risultati dello studio realizzato da Incontri-ExtraConiugali.com su un campione di 2.400 persone di entrambi i sessi, equamente distribuiti nelle diverse fasce di età: under-27(nativi digitali), 27-40enni (millennial), 41-56 anni(X generation) e 57-75enni (baby boomer). 

«Il fatto è che tra i più giovani va anche di moda “farsi” la donna di qualcun altro» commenta Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com.<> La stessa tendenza è stata rilevata anche nella maggior parte (68%) della «generazione Y», quella composta dai 27-40enni —nati tra il 1982 ed il 1994— definiti anche come millennial generation, generation next, net generation<> oppure anche echo<> boomer. 

Pur pensando di sposarsi, di crearsi una famiglia e di invecchiare insieme all’anima gemella, secondo Incontri-ExtraConiugali.com sempre più spesso i giovani non rinunciano alle feste, alle avventure di una notte, ai rapporti adulterini. 

I più giovani (nativi digitali) —osserva Incontri-ExtraConiugali.com— trasgrediscono organizzandosi prevalentemente in rete (80%) e non disdegnano il sexting (73%): un aspetto importante di questa generazione è infatti l’assuefazione ad Internet fin dall’infanzia ed il conseguente diffuso utilizzo di social media e piattaforme di vario genere. 

Il trend è simile per i millennial con un 71% di preferenze per Internet ed App ed un 68% che è dedito al sexting. «Anche per loro Internet e le App incidono per una parte significativa sul loro processo di socializzazione» spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com. 

Facilitati dall’essere nativi digitali (generazione Z) o quasi (generazione Y), i più giovani hanno dunque superato le tendenze trasgressive della «generazione X», quella composta dai 41-56enni —nati tra il 1965 ed il 1980, gli anni della rivoluzione sessuale, della crescita del tasso dei divorzi e della ridotta attenzione verso la procreazione— definiti anche come Gen X oppure MTV generation, la cui propensione al tradimento si attesta al 62%

Poi ancora, nella fascia della «generazione dei baby boomer», quella composta dai 57-75enni —nati tra il 1946 ed il 1964—, secondo quanto rilevato da Incontri-ExtraConiugali.com la propensione al tradimento è pari al 28%.