IL 63% DEGLI SPOSATI A LETTO SI ANNOIA: IN ITALIA LA DURATA MEDIA DEL MATRIMONIO È DI 15 ANNI, MA CON I TRADIMENTI E “COPPIE APERTE” SARANNO PIÙ STABILI

letto 115 volte
incontri-exstraconiugali.jpg
 

«Paradossalmente, proprio le fameliche “corna” possono cementificare un rapporto tra moglie e marito ed evitare separazioni e divorzi» dicono gli analisti del portale Incontri-ExtraConiugali.com

«Certo è che portali come il nostro consentono di “fuggire” dalla monotonia, che è la prima ragione per cui i matrimoni oggi non durano: i dati statistici rivelano che a letto il 63% delle persone sposate si annoia» spiega Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com. Eppure il 97% dichiara anche di provare amore per sua moglie o per suo marito. 

La maggior parte delle persone che dichiarano di avere un amante, sostiene anche di non avere l’intenzione di lasciare il proprio partner. «Ma chi ha relazioni extraconiugali con l’amante vive una sessualità più libera e trasgressiva: sperimenta posizioni meno tradizionali e luoghi insoliti e aggiunge un po’ di pepe alla propria vita quotidiana, a beneficio anche della stabilità della famiglia» spiega l’ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com. 

«La durata media del matrimonio in Italia è di 15 anni, ma circa un divorzio su 5 si verifica proprio nelle coppie sposate da meno di 5 anni» sostengono gli analisti. La tendenza per il Bel Paese mette in evidenza anche una diminuzione del numero dei matrimoni

«In futuro, grazie ai tradimenti, i matrimoni saranno più stabili» sostiene Alex Fantini. Secondo l’esperto il diffondersi dei siti di incontri online riuscirà a determinare un’inversione di tendenza, dato confermato da un nuovo studio di Incontri-ExtraConiugali.com che rivela che i giovanissimi vogliono tradire. 

Lo studio rivela che ad avere un’elevata propensione verso relazioni adulterine sono la maggior parte (75%) dei ragazzi della «generazione Z», quella composta dagli under-27 —nati dopo il 1995— definiti anche come nativi digitali. 

La stessa tendenza è stata rilevata anche nella maggior parte (68%) della «generazione Y», quella composta dai 27-40enni —nati tra il 1982 ed il 1994— definiti anche come millennial generation, generation next, net generationoppure anche echoboomer. 

I più giovani (nativi digitali) —osserva Incontri-ExtraConiugali.com— trasgrediscono organizzandosi prevalentemente in rete (80%) e non disdegnano il sexting (73%): un aspetto importante di questa generazione è infatti l’assuefazione ad Internet fin dall’infanzia ed il conseguente diffuso utilizzo di social media e piattaforme di vario genere. 

Il trend è simile per i millennial con un 71% di preferenze per Internet ed App ed un 68% che è dedito al sexting. «Anche per loro Internet e le App incidono per una parte significativa sul loro processo di socializzazione» spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.