SCAFATI, ASSEMBLEA DEI SINDACI DELLA PROVINCIA DI SALERNO, CRISTOFORO SALVATI ESPRIME VOTO CONTRARIO SUL RENDICONTO DI GESTIONE 2021

Durante i lavori dell’Assemblea dei Sindaci della Provincia di Salerno, tenutasi questa mattina, il Sindaco di Scafati è intervenuto per motivare il voto contrario relativo al rendiconto.
letto 54 volte
foto-1-20207-.jpg

Ci aspettiamo maggiori risposte da parte della Provincia, che tengano conto delle reali esigenze del nostro territorio, in particolar modo rispetto alla manutenzione delle strade e alle opere pubbliche come la palestra del liceo scientifico di Scafati, abbandonata a se stessa ormai da anni”. Così il Sindaco Cristoforo Salvati a margine dell’Assemblea dei Sindaci della Provincia di Salerno tenutasi questa mattina presso l’Aula consiliare di Palazzo Sant’Agostino, a Salerno. Il primo cittadino di Scafati è intervenuto per motivare il suo voto contrario sul rendiconto di gestione relativo all’esercizio finanziario 2021.

            “Ho voluto chiarire all’Assemblea – ha spiegato il Sindaco Cristoforo Salvati - le motivazioni che mi hanno indotto a votare contro il rendiconto. Motivazioni che si deducono dalle stesse osservazioni e dagli stessi rilievi dell’Organo di revisione della Provincia. Prima di tutto, il piano di riequilibrio rimodulato nel 2019 non è stato ancora omologato dalla Corte dei Conti. C’è inoltre una riduzione della consistenza di cassa nell’ultimo triennio e la capacità di riscossione delle entrate patrimoniali risulta inferiori al 40%, senza considerare che le aziende speciali continuano a registrare delle perdite e questo scaturisce inevitabilmente da una cattiva gestione delle stesse. Nel corso dell’anno 2021 sono stati prodotti debiti fuori bilancio per acquisizione di beni e servizi per 1.563.536,57 euro, frutto di una evidente incapacità di programmazione degli interventi sul territorio. Dopo la chiusura dell’esercizio ed entro la data di formazione dello schema di rendiconto sono stati segnalati debiti fuori bilancio, come da attestazioni rilasciate dai dirigenti, in attesa di riconoscimento, per 1.263.878,62 euro e nulla è stato riferito in merito alla natura di tali debiti fuori bilancio, alle modalità con cui si provvederà al riconoscimento. Permangono risorse 2021 connesse all'emergenza sanitaria da Covid-19, vincolate nel risultato di amministrazione al 31.12.2021 non spese per le finalità emergenziali per € 1.684.699,59. In merito al risultato economico conseguito nel 2021 si rileva, insomma, un peggioramento del risultato della gestione rispetto all’esercizio precedente. Con questi presupposti non potevo votare a favore”.