FUNZIONA LA SINERGIA TRA SOPRINTENDENZA DI SALERNO E AVELLINO ED ENTI TERRITORIALI PER LA CORRETTA MANUTENZIONE DEL VERDE AL PARCO ARCHEOLOGICO DI VELIA

La Soprintendente Casule: così si rafforza il legame tra la comunità e il suo patrimonio culturale
letto 204 volte
francesca-casule-soprintendente.jpg

       Anche quest’anno interventi di diserbo e pulizia all’interno del Parco Archeologico di Velia grazie al prezioso operato degli operai del Comune di Ascea e della Comunità Montana Lambro-Mingardo e Bussento. Gli interventi sono stati svolti nell’ambito di un protocollo d’intesa finalizzato alla valorizzazione dell’area archeologica, stipulato nel luglio 2015 dal Segretariato Regionale per la Campania, dalla Soprintendenza Archeologia per la Campania, dal Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, dal Comune di Ascea e dai Comuni del comprensorio velino, dalla Comunità Montana “Bussento-Lambro-Mingardo” e dal Gruppo Archeologico Velino. Il Parco archeologico di Velia, per la sua notevole estensione e per le particolari caratteristiche geologiche, necessiterebbe di una manutenzione costante del verde, che l’esiguità dei fondi destinata alla manutenzione ordinaria non consente di effettuare con regolarità.

      Gli interventi di pulizia e diserbo all’interno del parco archeologico costituiscono un momento concreto di sinergia tra la Soprintendenza e gli Enti territoriali, utile anche a rafforzare il legame tra la comunità e il suo patrimonio culturale. 

   Ulteriori informazioni sul sito web    www.ambientesa.beniculturali.it  info 089 2573241 / Fax 089 318120

- Per approfondimenti  I luoghi e gli eventi  www.beniculturali.it - Numero verde 800 99 11 99 -  MiBACT  su Youtube, Facebook e Twitter.