ALLARME OCCUPAZIONE GIOVANILE. LA DENUNCIA DI SONIA SENATORE:”IL NUOVO GOVERNO CORRA AI RIPARI”

Senatore: "La scuola e lo Stato facciano la loro parte"
letto 274 volte
20915195-1454678221236300-1247763082762394041-n.jpg

“Ogni giorno registro sfoghi di ragazzi "inoccupati" che non vedono più nel sole che sorge la positività del futuro. Ormai i nostri ragazzi hanno smesso di sperare, si lasciano andare ad una silente, pericolosa depressione. Escono sempre di meno e quando lo fanno si stordiscono in serate superalcoliche. Sono sempre più pigri, si trascinano tra letto, divano e TV, sempre attaccati al cellulare a sfogare il loro disagio su una rete sconoscosciuta e non senza insidie”. E’ quanto afferma Sonia Senatore, Responsabile regionale Dipartimento FI Diritti umani e Libertà civili.

“I più sofferenti sono quelli che non si sono "arresi" del tutto, quelli che mantengono ancora accesa una piccola fiammella di speranza, forse perchè nella loro pesante quotidianità anche la depressione è un lusso. Il momento storico-sociale è allarmante! Che si faccia presto un governo e che ci si impegni con grosso senso di responsabilità verso il futuro del nostro Paese! Lo chiedo a gran voce prima da mamma, poi da cittadina che paga le tasse e infine da donna impegnata attivamente nel sociale: bisogna affrontare una seria politica di occupazione al Sud. I ragazzi devono essere immediatamente inseriti nel tessuto economico del Paese!”.

“Che la Scuola diventi realmente formativa e che lo Stato garantisca "Diritti" oltre che pretendere "Doveri".