RIFIUTI, A. CESARO (FI): NUOVO IMPIANTO A GIUGLIANO È UNA FOLLIA, TERRITORIO HA GIÀ DATO

letto 130 volte
2-cesaro-question-time.jpg

Con l’acquisto dei terreni dell’ex centrale turbogas dell’Enel di Giugliano la Regione del governatore De Luca consuma il primo atto di un progetto scellerato, destinato a fallire e a condannare definitivamente una comunità già fin troppo penalizzata” Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, commentando la delibera di Giunta regionale n. 750 del 18.09.2018 con la quale la Regione Campania acquista i suoli della ex centrale turbogas dell’Enel in località Ponte Riccio a Giugliano.

E’ noto infatti che dalla lavorazione delle ecoballe si potrà ricavare solo una piccola parte di un combustibile che peraltro non troverà mercato e che alla fine per smaltire gli scarti sarà necessario costringere l’inceneritore di Acerra a performance insostenibili e aprire nuove discariche che allo stato non sono neppure individuate, visto che quelle esistenti sono oramai sature. Una follia.”, spiega Cesaro.

Far pagare tutto questo ad un territorio già fortemente compromesso, come peraltro dimostra anche l’incidenza delle patologie oncologiche recentemente rilevata dall’Asl Napoli 2 – aggiunge l’esponente di Forza Italia –, non è tollerabile. Le proteste dei cittadini sono dunque più che comprensibili e legittime mentre suona assordante il silenzio dell’amministrazione comunale”. “Per quanto ci riguarda restiamo al fianco dei giuglianesi, pronti a sostenerli in tutti i modi in questa vicenda che li vede esposti, senza alcuna garanzia, trattati come cittadini di serie zeta”, conclude il Capogruppo regionale campano di Forza Italia.