CASO DI MASSA: LA MAGGIORANZA CHIEDE LE DIMISSIONI DEL CONSIGLIERE PIÙ VOTATO IN CAMPAGNA ELETTORALE

Santocchio mostra sui social la classifica dei consiglieri anziani
letto 63 volte
maggioranza.jpg

Tutti compatti nel chiedere le dimissioni del consigliere d'oro, Di Massa dopo la notizia del suo coinvolgimento nell'indagine per corruzione della Procura di Roma. Di seguito la nota a firma di tutta la maggioranza (compresa Anna Conte, che con Di Massa ha corso durante le elezioni) a seguito della riunione di ieri sera: "Alla luce delle recenti vicende giudiziarie che vedono coinvolto, come persona indagata, il consigliere comunale Alfonso Di Massa, i sottoscritti consiglieri comunali, componenti della maggioranza a sostegno del sindaco Cristoforo Salvati, pur esprimendo totale solidarietà al consigliere Di Massa, pur essendo garantisti e sicuri che lo stesso saprà dimostrare la propria estraneità alle ipotesi di reato contestate, invitano il consigliere Di Massa a valutare l’eventualità di dimettersi dalla carica, tenuto conto del particolare momento storico che la città sta vivendo, dopo la nefasta parentesi dello scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche e la successiva fase commissariale. Allo stesso tempo, i sottoscritti consiglieri comunali confermano piena fiducia all’intera Giunta nominata dal sindaco Salvati, con l’auspicio che possa continuare ad operare, a supporto del nostro sindaco, con il massimo impegno per risolvere i gravissimi problemi ereditati dalla passata amministrazione sciolta per camorra e porre le basi per assicurare alla città quella svolta decisiva che abbiamo promesso in campagna elettorale, restituendo a Scafati la dignità che merita.

Scafati, 11 luglio 2019

Mario Santocchio Camillo Auricchio Nunzia Di Lallo Anna Conte Paolo Attianese Luca Maranca Arcangelo Sicignano Nicola Cascone Daniela Ugliano Giovanni Bottone Serena Porpora Antonella Vaccaro Pasquale Vitiello Ida Brancaccio".

E intanto il consigliere Santocchio sui social mostra il documento ufficiale della classifica dei consiglieri anziani. Sarà lui, a presiedere, dopo la rinuncia di Di Massa, il prossimo Consiglio. Una vittoria ancora a metà in attesa di ricevere i voti necessari per la sua elezione a Presidente del Consiglio Comunale, bocciata nella prima votazione. Quasi una "prova tecnica" di quello che potrebbe accadere.