CORONAVIRUS, BENEDUCE (F.I.): "SUBITO AIUTI A FILIERA BUFALINA"

letto 63 volte
21-beneduce.jpg

Il crollo del prezzo del latte, l’impossibilità delle aziende di trasformazione di produrre mozzarella, la crisi dell’export, la saturazione dei magazzini dove stoccare il siero. Tutti fattori che stanno mettendo in ginocchio la filiera bufalina. Serve un intervento ora da parte della Giunta regionale prima che sia troppo tardi. Ho scritto al governatore De Luca già nei giorni scorsi e anche ai presidenti della Commissione Agricoltura di Camera e Senato. Se salta la zootecnia salterà una parte rilevante dell’economia campana”. Lo dichiara Flora Beneduce, consigliera regionale di Forza Italia e componente della Commissione Agricoltura della Campania.

Non ho ancora ricevuto risposte da parte del presidente De Luca. Le misure messe in campo dalla sua giunta per l’abbattimento dei capi infetti sono corrette ma non suppliscono al vuoto di interventi sul prezzo del latte e sugli esuberi della produzione”, sottolinea.

Manca un intervento risoluto della Regione, che invece in altri parti d’Italia c’è stato e con tempismo. In Lombardia, ad esempio”, aggiunge Beneduce.

Questo latte in eccesso potrebbe ritirarlo la Regione stessa per distribuirlo o per creare prodotti che possano essere conservati. Palazzo Santa Lucia in questo momento è l’anello debole della vicenda”, evidenzia.

Anche i fondi del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014/2020 non sono stati ancora liquidati agli allevatori, una disfunzione pericolosa dal momento che i costi di gestione restano altissimi e il latte non viene più ritirato. Serve un intervento urgente a sostegno della filiera bufalina”, conclude Beneduce.