SCAFATI, CONSIGLIO COMUNALE SOSPESO

Michele Grimaldi, capogruppo democratici e progressisti, segretario PD Scafati.
letto 41 volte
5-consiglio2.jpg
Il Consiglio comunale del 23 giugno è stato sospeso perché la maggioranza non aveva più i numeri per andare avanti. Il Presidente del Consiglio comunale avrebbe dovuto convocare una conferenza dei capigruppo, e stabilire celermente una nuova data per proseguire i lavori. Da quel giorno, invece, non abbiamo più notizie: sono fuggiti via con il pallone, pur di non proseguire la partita. Hanno potato qualche albero, cambiato una o due lampadine, pubblicato foto sui social come avessero inaugurato la Cappella Sistina, e poi si sono riabissati nel loro consuetudinario silenzio. In pratica, nel mentre risolvono i loro dissidi interni (qualche giorno fa si è dimesso l'ennesimo assessore) Scafati - con i suoi problemi, le sue necessità - può rimanere sospesa nel limbo, accantonata all'ombra delle esigenze di mediazione politica di Salvati e dei suoi traballanti e risicati consensi: una città eternamente "sospesa", in attesa delle eterne - e inconcludenti - riunioni (e compromessi) della maggioranza. Siamo davvero "oltre" il limite della decenza.