TORINO – NAPOLI 1-3, INSIGNE IL MAGNIFICO ABBATTE IL TORO E VERDI LO FINISCE!

letto 104 volte
insigne-il-magnifico.jpeg

Povero Mazzarri, la sua squadra non attraversa un momento felice e per giunta affronta una squadra con il morale a mille, nonostante il pari contro la Stella Rossa, ma con una vittoria contro la Fiorentina in campionato, una signora Fiorentina che sta mettendo in ginocchio parecchie squadre.

Il Torino scende in campo col solito 3-5-2 di mazzarriana fede, mentre il Napoli di Ancelotti scende in campo con il 4-4-2, con Hysaj e Luperto al posto di Mario Rui sulle corsie esterne, mentre al centro stazionano Albiol e Koulibaly. A centrocampo Hamsik e Rog in cabina di regia con Callejon e la sorpresa Verdi sulle fasce, mentre in attacco spazio al tandem offensivo composto da Insigne e Mertens.

Bastano 4 minuti perché Insigne faccia andare di traverso il pranzo ai tifosi del Toro: I difensori e Sirigu combinano un pasticcio e IL MAGNIFICO Lorenzo tira forte e infila la porta di Sirigu. 0-1 per il Napoli. 

E’ il Napoli dei piccoletti che fa girare la testa ai difensori torinesi e anche a Mazzarri. Il trio Verdi-Mertens-Insigne si trova a meraviglia e l’indispensabile Callejon contiene Berenguer e si propone in avanti spesso. Quello che non riuscì al Napoli contro la Stella Rossa, grande predominio e zero gol, riesce adesso più che bene contro il Toro. Numerose le occasioni per il Napoli che raddoppia con Verdi che segna il suo primo gol in maglia azzurra con un bel sinistro di controbalzo su passaggio di Mertens. 0-2 per il Napoli. 

Mazzarri è molto arrabbiato e prova a scuotere i suoi. Qualcosa ottiene, ma il primo tiro arriva solo al 22’ con Zaza, ma Ospina para facilmente, poi un’azione corale conclusa da Rincon molto al di sopra della traversa. Il primo tempo si conclude così: 0-2 per il Napoli, col Napoli che sfiora altre occasioni.

Reazione del Torino nella ripresa che sfocia nel rigore che l’ingenuo Luperto, atterrando Izzo in area, offre a Belotti che segna al 5’ riaprendo la partita, complice anche un certo rilassamento dei giocatori azzurri. Partita riaperta? Macchè, Ancelotti sostituisce Verdi con Zielinsky e Allan per Rog, al 29’ anche Maksimovic al posto di Luperto, e al 15’ ancora Insigne IL MAGNIFICO butta dentro riprendendo una ribattuta del tiro di Callejon sul palo. 1-3 per il Napoli. 

Partita chiusa? Sì, gli azzurri la conducono pian piano fino al termine, nonostante 5’ di recupero..

Cosa ha detto questa partita? Che il Napoli, anche con il turnover è forte e più concreto rispetto alla partita contro la Stella Rossa.

Che Insigne, quando fa l’umile diventa MAGNIFICO e con queste due reti arriva a 4 reti in 5 partite. Che Hamsik è indispensabile e raggiunge le sue 400 partite in serie A.

Che i tanti soloni che spadroneggiano sulle TV private farebbero meglio a fare mea culpa nei riguardi della società e del suo Presidente che ha visto giusto assumendo un vincente come Ancelotti.

Che i pseudo tifosi la smettano di criticare ADL.

Che Ancelotti pian piano sta convincendo tutti quelli che dicevano: sì va beh…ma ha vinto con squadre zeppe di campioni.

Che non è importante spendere molto per comprare campioni (vedi Inter) per diventare squadra.

Che vendere i pezzi migliori non rende (vedi Roma).

Insomma, meglio riflettere prima di parlare. 

TORINO (3-5-2): Sirigu 5,5; Izzo 6, Nkoulou 5, Moretti 5; Aina 6 (33' st Parigini sv), Baselli 5 (42' st Edera sv), Rincon 5, Meité 6 (17' st Soriano 5), Berenguer 5; Zaza 5, Belotti 6. 

A DISPOSIZIONE.: Ichazo, Rosati, Bremer, Damascan, Djidji, Lukic.

ALLENATORE: Mazzarri 4,5

NAPOLI (4-4-2): Ospina 6; Hysaj 6,5, Albiol 6,5, Koulibaly 7, Luperto 6 (29' st Maksimovic 6); Callejon 6,5, Rog 6 (16' st Allan 6), Hamsik 6,5, Verdi 6,5 (12' st Zielinski 6); Mertens 7, Insigne 8. 

A DISPOSIZIONE: Karnezis, D'Andrea, Malcuit, Mario Rui, Fabian, Diawara, Milik.

ALLENATORE. Ancelotti 8
ARBITRO: Irrati 6

MARCATORI: 4' e 15' st Insigne, 20' Verdi, 5' st rig. Belotti
AMMONITI
: Albiol, Koulibaly, Rog (N), Rincon, Izzo (T)