SCAFATESE CALCIO 1922, DUE RETI DI EVACUO SPIANANO AI CANARINI LA VITTORIA SULLA POLISPORTIVA SANTA MARIA: FESTEGGIA COSI' IL RITORNO SUL PROPRIO CAMPO DOPO DUE ANNI

letto 62 volte
2-scafatese1.jpg

Nel pomeriggio scafatese arriva repentino il ruggito del T-Rex: in una giornata storica per la compagine canarina, che per la prima volta dopo quasi due anni riabbraccia il suo stadio, è lo scafatese purosangue Davide Evacuo a rubare i titoli e le copertine grazie a una doppietta da vero campione, che permette agli uomini di Salvatore Nastri di conquistare la vittoria contro la Polisportiva Santa Maria, capolista del girone B del campionato di Eccellenza.

I rientranti Lopetrone e Bennasib permettono a Nastri di riconfigurare la sua creatura, dopo gli esperimenti forzati della scorsa settimana, con il ritorno al tridente formato da Evacuo punta centrale attorno al quale ruotano Cherillo a destra e Siciliano a sinistra; dall’altro lato del campo Egidio Pirozzi, tecnico che con la Scafatese conquistò la promozione in Serie C nella stagione 2006/07, risponde con il canonico 4-3-3 con De Sio laterale basso e tridente formato da D’Angolo e dai temibilissimi Margiotta e Capozzoli.

Calorosissima l’accoglienza del pubblico giallobleu, il cui urlo resta due volte strozzato in gol sia al minuto 5 che al minuto 10, visto che la Scafatese riesce ad andare in rete ben due volte, prima con Rinaldi e poi con Cherillo, ma la bandierina alta del primo assistente Avena di Battipaglia annulla entrambe le volte le marcature dei padroni di casa. La Polisportiva non abbassa invece il baricentro e prova a rendersi pericolosa al13’ con il destro a lato di Capozzoli. Gli ospiti passano in vantaggio al 29’: sugli sviluppi di calcio d’angolo è perentoria l’incornata di Chiariello che si alza altissimo e schiaccia in rete beffando un incolpevole Sorrentino; potrebbe essere una mazzata ma gli uomini di Nastri non si scompongono e continuano a macinare gioco portando al tiro Siciliano al 41’.

Poco prima dell’intervanno arriva il primo ruggito del T-Rex Evacuo: taglio preciso su imbeccata di Cherillo e dolcissimo tocco sotto che elude l’uscita bassa di Grieco e manda in visibilio il “Comunale”, che esplode letteralmente per la rete del numero 9.
Nella ripresa i ritmi restano altissimi ma per aspettare la prima vera occasione bisogna aspettare i minuti 70 e 72, quando sono imprecise le conclusioni prima di Lopetrone da un lato e poi di Margiotta, di testa, dall’altro. Il match però si decide al minuto 85: Cherillo è bravissimo a involarsi sulla fascia destra, lucido a guadagnare il fondo e servire dietro, Siciliano non si fa ingolosire e si esibisce in un velo illuminante per Evacuo che di sinistro di prima fulmina l’estremo difensore cilentano e realizza il definitivo 2-1.

Standing ovation per Evacuo che lascia anche il campo per Signore, mentre Nastri inserisce anche Malafronte per non schiacciare troppo i suoi uomini. Proprio il nuovo entrato, su imbeccata di Siciliano, sfiora il gol del 3-1 e rimanda la festa, ma l’euforia giallobleu arriva dopo ben 7 minuti di recupero, con la squadra che mantiene alto il muro, grazie anche all’ottima tenuta difensiva di Iovinella e Rinaldi orchestrati da Luigi Sorrentino. Il triplice fischio finale vale la vittoria alla prima al “28 Settembre” per la Scafatese, che vale la gioia per l’intera società oltre a quella degli uomini in campo.

Nel postpartita Davide Evacuo, autore dei gol decisivi, commenta così la gara. “Sono contento perché è stata una partita intensa, molto difficile ma che abbiamo giocato bene. Il primo gol è stato forse il più bello dei due, perché è da attaccante vero, mentre al secondo sono riuscito a coordinarmi bene. Per me vestire questa maglia è qualcosa di particolarmente emozionante, se avessi potuto scrivere il mio ritorno alla Scafatese dopo tutti questi anni lo avrei fatto così. Mi fa piacere soprattutto per il Presidente che ha fatto tanti sacrifici per allestire questa squadra, mi ha voluto a tutti i costi, e io l’ho ripagato così”.

Emozionato per due motivi il portiere Luigi Sorrentino: “Di importanza vitale vincere questa partita, ci regala tanto morale per il prosieguo del campionato. Per me è stata una settimana speciale perché sono diventato papà, e quindi ci tengo a dedicare questa vittoria contro la capolista a mia moglie Sara e al piccolo Leonardo”.

SCAFATESE: Sorrentino, Sannino 00, Lauro 01 (74’ Tartaglione 01), Lopetrone, Iovinella, Rinaldi, Cherillo (92’ Malafronte), Giannattasio (66’ Manzo), Evacuo (90’ Signore), Siciliano, Bennasib 01.
A disposizione: Gudagno 01, Signore, Avino, Sare 01, Di Lillo 01, Esposito Marcello 02, Manzo, Malafronte, Sare 01.
All: Nastri.

POL. S.MARIA: Grieco 02, Dentice (88’ Gargaro 01), Della Torre 02, De Sio, Chiariello, Itri, Coulibaly, Simonetti, Margiotta, Capozzoli, D’Angolo 00.
A disposizione: Giletta 02, Gargaro 01, Fariello, Masocco, Fernando 00, Morena 01, Pellegrino, Cotello, Di Mauro 02.
All. Pirozzi

RETI: 29’ Chiariello, 44’ Evacuo, 85’ Evacuo

ARBITRO: Maccorin di Pordenone
Assistenti: Avena di Battipaglia e Mistico di Torre del Greco
Note: Ammoniti: Sannino (S), Iovinella (S). Calci d’angolo: 4-4