UDINESE-NAPOLI 1-2, STAVOLTA LASAGNA INDIGESTA PER L’UDINESE MA IL NAPOLI HA CERCATO LA VITTORIA FINO ALLA FINE RISCHIANDO IL CONTROPIEDE

letto 151 volte
udinese-napoli-bakayoko-rete-vincente.webp

Gli azzurri, reduci dal clamoroso stop contro lo Spezia (30 tiri del Napoli contro 2 dello Spezia), vogliono la vittoria per riscattarsi ma anche per fare un regalo a Gattuso che ha compiuto 43 anni. E la trovano, stavolta è l’Udinese a vincere ai punti, ma la vittoria è andata al Napoli, fortunato stavolta. L'Udinese è stata abile a sfruttare gli spazi concessi dalla squadra di Gattuso, ma non altrettanto a concretizzare le palle gol a tu per tu con Meret. Molta amarezza per l’allenatore dell’Udinese Gotti, ma stavolta la fortuna ha baciato gli azzurri che hanno creduto di più alla vittoria.

LA PARTITA: PRIMO TEMPO

Si parte, la prima occasione è del Napoli al 2' che riconquista palla mette in moto Insigne, il fantasista ci prova da fuori con il destro ma la palla va di poco a lato.

Al 4’ l'Udinese risponde con un bolide di De Paul leggermente alto,

Al 9' Il Napoli prova a fare la partita anche se l'Udinese è sempre molto pericolosa quando riconquista palla specie con le conclusioni dalla distanza.

Al 13' Il Napoli protesta per un contatto in area su Lozano. Si va al VAR: RIGORE PER IL NAPOLI. Va sul dischetto Insigne che segna con sicurezza. 0-1 per il Napoli.

E’ il secondo rigore per il Napoli, in questo campionato, tutti e due segnati da Insigne.

Al 16' tegola per il Napoli: problemi muscolari per Manolas: entra Maksimovic.

Al 21' occasione Udinese: De Paul interrompe un’azione del Napoli e taglia in due la difesa del Napoli, servendo una bella palla a Pereyra la cui conclusione finisce abbondantemente alta.

Subito dopo è Lozano a sfiorare il gol con un colpo di testa in tuffo parato splendidamente da Musso. Il portiere bianconero si ripete trenta secondi dopo con una parata ancora più difficile su un tiro di Lozano deviato verso la porta da Petagna.

Il portiere Musso tiene la partita con un sol gol di differenza con le sue parate. E le sue parate contribuiscono così al pareggio dei suoi.

Al 28’ un clamoroso errore dell’esordiente Rrahmani che fa un passaggio indietro troppo debole a Meret che Lasagna intercetta e segna. Udinese 1 – Napoli 1

La gara si fa piuttosto spinosa sul finire del primo tempo con tanti contrasti, anche duri, che l’arbitro lascia correre. Sul finire del primo tempo ancora Lasagna approfitta di un errore di Rrahmani e per poco non segna la rete del vantaggio Udinese, ma in porta c’è Meret che dice no a Lasagna. E’ proprio il caso di dire LASAGNA AMARA..

SECONDO TEMPO

Gli azzurri si presentano in campo senza Rrahmani sostituito da Mario Rui,

Il Napoli riprende a macinare gioco e subito si presenta dalle parti di Musso con Zielinski che colpisce al volo col destro trovando una gran parata di Musso, poi Insigne a porta quasi spalancata calcia fuori da ottima posizione. Il solito Insigne: croce e delizia.

L’Udinese risponde con un tiro di Larsen ottimamente respinto da Meret, poi con un'altra conclusione di Lasagna a tu per tu col portiere Meret che para.

Si gioca adesso a viso aperto. Il Napoli attacca e l'Udinese nelle ripartenze dispone di praterie illimitate in mezzo al campo, sfiorando più volte la rete del vantaggio, mentre il Napoli pur rischiando cerca sempre la rete della vittoria. 

Al 90’ su calcio di punizione laterale battuto da Rui, Molina s'addormenta e lascia saltare indisturbato Bakayoko che, nonostante una prova non eccelsa, di testa infila l’angolino basso segnando la rete del vantaggio azzurro.UDINESE 1 NAPOLI 2.

Stavolta l’Udinese può dirsi sfortunata per le occasioni mancate. Il Napoli vince ma non convince. Si aspettano i rientri di Koulibaly in difesa in coppia con Manolas, e in attacco la nostra punta centrale Osimhen e Mertens.

In effetti, bisogna tenere conto che Osimhen manca da due mesi e Mertens che sappiamo quanto vale. In difesa Koulibaly è il pilasto fondamentale che dà sicurezza a tutta la difesa.. 

UDINESE (3-5-1-1) – Musso 7, Rodrigo Becao 5,5, Bonifazi 5,5, Samir 5, Molina N.5 , De Paul 6, Arslan 6 (71' Walace 6), Mandragora 5,5, Stryger Larsen 5 (72' Zeegelaar 6), Pereyra 6,5, Lasagna 6,5 (81' Nestorovski s.v.)

ALLENATORE: Gotti 6 

NAPOLI (4-2-3-1) - Meret 7, Di Lorenzo 6, Manolas 6 (16' Maksimovic 5,5), Rrahmani 4,5 (46' Mario Rui 6,5), Hysaj 6, Ruiz 5,5 (69' Elmas 6), Bakayoko 7, Lozano 6,5, Zielinski 6,5 (92' Demme s.v.), Insigne 6, Petagna 5,5 (68' Llorente 6) 

ALLENATORE: Gattuso 6 

ARBITRO: Pasqua 5 

RETI: Al 15’ rigore di Insigne, al 28’ Lasagna e al 90’ Bakayoko