CONTINUA LA MARCIA DELLA SCAFATESE ANCHE IN COPPA ITALIA. 4-0 ALLA SALERNUM BARONISSI E QUALIFICAZIONE AGLI OTTAVI DI COPPA ITALIA ASSICURATA

letto 57 volte
3-163575817-131747728951762-8957911004817333278-n.jpg

La Scafatese formato coppa non abbassa la guardia e mette in ghiaccio la qualificazione agli ottavi di finale aggiudicandosi, con un netto 0-4, l'andata degli ottavi sul campo del Salernum Baronissi.

Sul sintetico del Figliolia De Felice ridisegna la sua Scafatese inserendo chi non era partito titolare nel match clou contro l'Agropoli di domenica, potendo contare su Lopetrone in regia, Di Palma sulla sinistra, De Sio a destra, mentre in avanti le tre bocche di fuoco Siciliano, Simonetti e Palumbo possono finalmente far sentire il loro peso. Chi si aspettava di vedere una Scafatese meno aggressiva, però, deve cambiare idea dopo nemmeno 60 secondi, quando De Sio serve Simonetti che di destro impatta violentemente l'incrocio dei pali a Tesoniero battuto. Cinque minuti dopo i due canarini si invertono i ruoli e arriva il gol: Simonetti allarga per De Sio, destro potente sul primo palo e palla in rete. Al 9' ancora Scafatese da accademia, con un'azione tutta di prima che meriterebbe ben altre sorti, mentre il primo acuto casalingo arriva al 19' con la punizione di Bucciero prontamente bloccata da Farina, oggi schierato titolare al posto di Cappuccio.

Oltre al calcio piazzato, però, il Salernum non riesce a costruire gioco, mentre la Scafatese macina azioni da gol, come la ripartenza del minuto 29, conclusa con Siciliano che non riesce a calciare a volo di sinistro, il colpo di testa di Ciro Manzi di poco impreciso sugli sviluppi di un corner al 31' e la conclusione alta di Siciliano del 33'. Al 35' piove sul bagnato in casa Salernum con gli uomini di Calabrese che restano in dieci a causa di un'espulsione diretta di Fall, reo di aver colpito duramente Lopetrone a palla lontana, e la Scafatese ne approfitta per dilagare: al 41' è chirurgico e letale il sinistro di Ciro Simonetti che chiude la prima frazione sullo 0-2, mentre la ripresa si apre con lo stesso leit motiv del primo tempo e porta in dote le reti di Palumbo, killer di coppa, che timbra il tabellino con una perentoria incornata aerea su angolo di Siciliano, e di De Sio, che confeziona la sua doppietta personale con un diagonale destro su perfetta imbeccata dello stesso Siciliano.
Il triplice fischio del direttore di gara regala alla Scafatese la settima vittoria stagionale tra campionato e Coppa Italia e consente alla Scafatese di mettere una forte ipoteca sul passaggio del turno e sulla qualificazione agli ottavi.

SALERNUM: Tesoniero, Cardillo 02, Ruggiero 01, Fall, De Gregorio (75' Ruggiero 01), Spedaliere, Bucciero 01, Lo Cascio 03 (56' Matarese 02), Romano 03 (66' Cherillo), Sene (56' Nije), Borsa 03 (56' Marrocco).

A disposizione: Orlandi 03, Izzo, Marrocco, Ruggiero 01, Matarese 02, Mastrogiovanni 02, Nije 97, Verdoliva 03, Cherillo.

Allenatore: Calabrese Yuri

SCAFATESE: Farina 01, Gambardella (67' Migliarotti), Di Palma 02, Manzo (81' Giacinti), Granata, Manzi, Simonetti (72' Balzano 03), Lopetrone, Palumbo (81' Elefante 02), Siciliano, De Sio.

A disposizione: Cappuccio 03, Migliarotti 01, Iannini, Cammarota, Giacinti, Mejri, Elefante 02, Balzano 03, Malafronte.

Allenatore: De Felice Severo.

RETI: 6' De Sio, 41' Simonetti, 51' Palumbo, 69' De Sio

Arbitro: Bruno Tierno di Sala Consilina
Assistenti: Orazio Nicodemo di Sapri e Gabriele Federico di Agropoli
Note: Ammoniti: Siciliano (SC), Elefante (SC), Giacinti (SC) . Espulso: Fall (SA) . Calci d'angolo: 2-6.