ALFATERNA-SCAFATESE 0-1, PROSEGUE LA MARCIA DELLA SCAFATESE ANCHE IN UNA PARTITA CHE SEMBRAVA STREGATA

letto 75 volte
1-roberto-palumbo.jpg

Roberto Palumbo veste i panni dell'uomo della provvidenza per la Scafatese: lo aveva fatto già nella prima uscita stagionale, in Coppa sul campo del Sant'Antonio Abate, lo fa anche nella fredda domenica di Nocera Superiore, risolvendo la partita con l'Alfaterna che a un certo punto sembrava essere stregata per gli uomini di De Felice.

Senza Maraucci e con Itri ancora a mezzo servizio, il tecnico giallobleu, oggi squalificato, ridisegna la sua Scafatese arretrando Lopetrone nei tre di difesa con Manzi e Gambardella, mentre il centrocampo con Giacinti, Iannini e Cammarota supporta la coppia d'attacco composta da Malafronte e Simonetti

La prima vera occasione da rete, però, è di marca locale, con l'ex capitano Guido Avino che per poco non regala un dispiacere alla squadra con cui ha collezionato oltre cento presenza con un destro dalla distanza che si infrange sulla traversa. Poi la prima frazione è quasi tutta a tinte canarine, nonostante non arrivi la rete: al 15' verticalizzazione di Cammarota per Malafronte che di destro calcia di poco a lato, mentre al 29' è lo stesso Malafronte a provare il tap-in vincente dopo una ribattuta di Botta nell'area piccola, ma il tocco sapiente del centravanti viene salvato sulla linea e deviato in calcio d'angolo. Poi arriva il momento dei legni canarini: al 33' traversa colpita da Formicola da sotto misura, mentre tre minuti dopo è Cammarota a colpire la barra trasversale sugli sviluppi di calcio d'angolo con un destro volante; prima del riposo è ancora Cammarota a far tremare la retroguardia rossonera con un destro a giro che sibila vicino al palo della porta di Botta. Nella ripresa il leit motiv non cambia, anzi la Scafatese alza ancora di più il ritmo, sperando di sbloccare il risultato: al 47' Colpo di testa di Malafronte di poco a lato, al 50' è Ciro Manzi a sfiorare la rete con una schiacciata aerea che viene deviata in angolo. Passano tre minuti ed è Simonetti a crearsi, con una serpentina personale, una clamorosa azione da rete, ma il tiro del numero 7 esce beffardamente a lato; l'ispirato Simonetti riesce anche a liberare Formicola in area per ben due volte, ma le conclusione dell'under non trovano la giusta fortuna, la prima ribattuta da Botta, la seconda che non supera la linea dopo una carambola, facendo iniziare a credere nella maledizione.

Una maledizione che sembra concretizzarsi anche al 58', quando il destro di Gaetano Iannini si stampa sul palo, terzo legno di giornata della compagine canarina, che addirittura rischia la beffa quando il sinistro di Esposito, in ripartenza sfiora il palo della difesa di Cappuccio.

De Felice ordina di modificare l'assetto, dentro Granata per Iannini, in modo da far riavanzare Lopetrone in cabina di regia, e soprattutto Palumbo per Simonetti; il centravanti con il numero 20 fa sentire tutto il suo peso con l'incornata vincente del minuto 75, una prodezza aerea senza eguali che trasforma il bell'angolo di Cammarota nel gol-partita e permette alla Scafatese di vivere con più tranquillità l'ultimo quarto d'ora del match, in cui sono proprio i canarini a sfiorare il raddoppio con un dolce pallonetto di Lopetrone che chiama agli straordinari l'estremo difensore nocerino.

Il triplice fischio finale del direttore di gara vale per la Scafatese la quinta vittoria in cinque partite in campionato, ottava su otto conteggiando anche la Coppa Italia, ma soprattutto conferma i canarini in vetta alla classifica del Girone C di Eccellenza e sottolinea la lunghezza di una rosa molto folta, in cui anche i subentrati possono risultare decisivi.

ALFATERNA: Botta 04, Matrone (93' Calabrese 03), Mazza 02, Comegna, Esposito, Russo, Avino (80' Rosato 03), Vitiello, Di Giacomo, La Femina, Veneziano 02 (59' Bardini 04).
A disposizione: Piazza 02, Dattilo 02, Calabrese 03, Rosato 03, Bardini 04, Ferraro 04
Allenatore: Amarante Antonino

SCAFATESE: Cappuccio 03, Gambardella, Mejri, Giacinti, Lopetrone, Manzi, Simonetti (68' Palumbo), Iannini (68' Granata), Malafronte, Cammarota, Formicola 01.
A disposizione:
Allenatore: De Felice Severo

RETI: 75' Palumbo

Arbitro: Francesco Illiano di Napoli
Assistenti: Vincenzo Pone e Pablo Lemos di Nola
Note: Ammoniti: Gambardella (S), Mazza (A), Di Giacomo (A), Giacinti (S) . Calci d'angolo: 4-12.