GIVOVA SCAFATI BASKET A CACCIA DEL POKER CONTRO TOP SECRET FERRARA

INTANTO E' UFFICIALE: JOSEPH MOBIO E’ UN NUOVO GIOCATORE DELLA GIVOVA SCAFATI
letto 90 volte
post-4g-7905-.jpg

Mantenere l’imbattibilità stagionale in campionato, conservare la vetta del girone rosso e piazzare la quarta vittoria di fila: sono questi gli obiettivi della Givova Scafati alla vigilia della quarta giornata del campionato di serie A2 Old Wild West.
Per riuscirci, gli uomini di coach Rossi dovranno vedersela con la Top Secret Ferrara tra le mura amiche del PalaMangano, con palla a due prevista per le ore 18:00 di domenica 24 ottobre. Non ci sarà Raucci, che si è sottoposto ad intervento chirurgico, ma al suo posto esordirà in campo il neo tesserato Mobio, sebbene avesse sulle spalle solo due allenamenti con i nuovi compagni. Per il resto dell’organico, tutti sono abili e arruolabili, con l’intenzione di allungare la striscia positiva di questa prima parte del campionato.

L’AVVERSARIO
Sul cammino dei salernitani ci sarà una squadra molto ben allenata da coach Leka, alla sue seconda stagione sulla panchina estense, che venderà cara la pelle e metterà in mostra tutte le proprie qualità, che non sono affatto poche, come dimostrato dai cinque atleti che stanno viaggiando ad una media punti superiore o poco al di sotto della doppia cifra: l’ala grande statunitense Pacher (22), il centro Vildera (12,7), la guardia a stelle e strisce Mayfield (10,3), il centro Petrovic (10) ed il playmaker Panni (9,3). Senza poi dimenticare l’esperienza del centro Fantoni (ex di turno, in maglia scafatese nella stagione 2016/2017), la solidità dell’ala piccola italo argentina Fabi, l’esplosività del giovane esterno Filoni e la brillantezza del playmaker di scorta Pianegonda.

LE DICHIARAZIONI
L’assistente allenatore Francesco Nanni: «Quando si vince è sempre tutto più bello, ma va detto che le vittorie fin qui costruite sono il frutto di un duro lavoro in palestra che parte da lontano. Abbiamo ampi margini di miglioramento, nel tempo c’è stata una crescita che di sicuro continuerà. Partiamo da un punto fermo importante, ovvero dalla difesa, tra le migliori di questo scorcio di campionato, cercando di trovare quanto prima la continuità sui quaranta minuti. Domenica affrontiamo un test delicato contro una delle migliori squadre del girone e tra le principali indiziate ad avere un ruolo da protagonista, che però ha avuto un inizio claudicante, a causa degli infortuni di Zampini, Vencato e Fabi. E’ una squadra di grande talento e fisicità, che verrà al PalaMangano con una gran voglia di muovere la classifica, mentre noi dovremo essere bravi ad imporre il nostro ritmo, mettendo energia in difesa e portando la sfida sui binari a noi più congeniali, limitando il più possibile gli errori difensivi, consapevoli che l’avversario proverà a sfruttare il contropiede ed i rimbalzi offensivi».
Il playmaker Matteo Parravicini: «Siamo una squadra competitiva ed esperta, nella quale io, essendo il più giovane, sto cercando di imparare un po’ da tutti per migliorare e per crescere. Siamo a buon punto di condizione, ma stiamo lavorando sodo perché sappiamo che possiamo migliorare ancora tanto. Siamo molto ambiziosi, abbiamo voglia tutti di vincere e siamo stimolati tantissimo da un ambiente che ci mette nelle migliori condizioni possibili per fare grandi cose. Mi sto trovando bene, mi sto ricavando i miei spazi dando sempre il massimo. Non sarà però facile imporsi anche domenica contro una squadra forte come Ferrara, che dispone di giocatori di categoria come Pacher, Fantoni e Vildera, per limitare i quali dovremo essere bravi a seguire il piano partita e farci trovare mentalmente pronti. Vogliamo arrivare il più avanti possibile e per riuscirci metteremo sempre in campo grande energia ed intensità».

MEDIA
La partita sarà trasmessa in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio in abbonamento prepagato “LNP Pass” a questo link: https://lnppass.legapallacanestro.com/).
Aggiornamenti in tempo reale saranno resi noti attraverso la pagina Facebook ufficiale del club e tutti gli altri canali social (Telegram, Instagram e Twitter).
Inoltre, sarà possibile assistere alla visione della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nel giorno di martedì 26 ottobre (ore 20:40) ed in replica nel giorno di mercoledì 27 ottobre (ore 15:00).

LA GIVOVA SI RAFFORZA
Intanto la Givova Scafati basket è lieta di annunciare l’ingaggio dell’atleta italiano, di origini ivoriane, Joseph Yantchoue Mobio, proveniente dalla massima serie, dove fino a domenica scorsa ha indossato la casacca della neopromossa Derthona Tortona. E’ un’ala molto atletica, che ha nella difesa, nei rimbalzi e nella intensità il suo marchio di fabbrica. In attacco è un giocatore completo, dotato anche di un buon tiro dalla lunga distanza. Indosserà, per sua scelta, la maglia numero 0 (zero).
Nato a Tivoli (Rm) il 26 maggio del 1998, il neo tesserato gialloblù di 199 cm di altezza si è formato cestisticamente nel vivaio della Leonessa Brescia, con cui ha debuttato in serie A2 nel 2015/2016, la stagione della promozione in massima serie. Nell’estate del 2016 si è trasferito alla Stella Azzurra Roma per militare sia nel campionato under 20 che in serie B, mentre la stagione successiva, sempre in serie B, ha vestito la canotta della Sicoma Val di Ceppo Perugia, producendo 10,7 punti di media (55% da due). L’ottima performance in terra umbra gli è valsa la chiamata dell’Orlandina Capo D’Orlando in serie A2, dove vi è rimasto per ben due stagioni consecutive, la seconda delle quali chiusa con 8,5 punti e 4 rimbalzi di media. Si è spostato poi in maglia Old Wild West Udine, con cui la scorsa stagione ha affrontato proprio la Givova Scafati in semifinale playoff e perso la finale contro la Ge. Vi. Napoli. La stagione in corso l’ha invece iniziata a Tortona in massima serie, società con cui ha rescisso consensualmente il contratto per scendere di categoria e così riuscire ad avere più spazio, minutaggio e visibilità.

Dichiarazione di Joseph Yantchoue Mobio: «Sono contento di aver firmato. Non vedo l’ora di scendere in campo e difendere i colori gialloblù. A Scafati c’è un bell’ambiente, molto passionale, che ho conosciuto bene da avversario. Non conosco invece i miei nuovi compagni, ma ho parlato a lungo con il coach. Non è stato complicato scegliere una piazza come Scafati, dove posso par parte di un progetto ambizioso. Mi si è profilata una possibilità importante, che voglio sfruttare al meglio, mettendomi sin da subito a disposizione dello staff tecnico e dei compagni, con l’obiettivo di integrarmi quanto prima nello spogliatoio e inserirmi al meglio negli schemi. Sono felice di essere parte di una squadra, che ha tutte le carte in regola per fare cose importanti, seguendo le orme di quanto è stato già fatto nella passata stagione agonistica».