VERGOGNOSI COMMENTI PRO-INTER E CONTRO IL NAPOLI DAI COMMENTATORI DI RAI DUE

letto 411 volte
inter-venezia.jpg

Purtroppo non siamo amati lassù. Lo schifo dei commenti dei commentatori di RAI 2, e in passato di Sky, non ha limiti. Parlano di due rigori pro Napoli inesistenti, e non parlano di quello su Mertens evidentissimo. Insomma, i tifosi sono disgustati di questo servilismo verso Juve e Inter e Milan, fatto in modo così sfacciato da creare sconcerto tra tifosi e ascoltatori.

Questo modo di fare giornalismo, cara RAI 2 e SKy, non vi ritorna come aumento di abbonamenti, anzi (vedi Sky) state perdendo consensi e abbonamenti. La RAI poi, che è un servizio pubblico, non dovrebbe essere così sfacciata nei commenti, anzi, dovrebbe essere più equilibrata perché noi paghiamo l’abbonamento.

I rigori pro Napoli ci sono, anzi, c’era anche quello su Mertens abbattuto in area e non dato.

Invece, per quanto riguarda Inter-Venezia, che si è conclusa con una vittoria per l’Inter, riuscita ad avere la meglio grazie ai gol di Barella e Dzeko, c’è stato l’episodio dubbio del gol del pari di Barella, e qualche altro.

L’azione si è svolta così: Darmian ha crossato dal fondo, Perisic colpisce al volo, Lezzerini respinge, ma Barella è il più rapido di tutti e insacca. In questa azione il Venezia ha protestato per un intervento falloso di Dzeko su Modolo, con braccio largo. Le immagini al replay sono chiarissime: il bosniaco colpisce in maniera violenta l’avversario (vedi foto).

I giocatori del Venezia hanno protestato a lungo per il fallo di Dzeko a centrocampo. Si vede Dzeko che salta allargando le braccia e sembra colpire alla tempia con il gomito. Modolo cade a terra colpito al volto (e i segni evidenti del colpo mostrati al direttore di gara dopo essersi rialzato, lo dimostrano, vedi foto). L'arbitro Marchetti, nonostante abbia visto il bozzo sulla tempia, convalida il gol dubbio del pareggio e il VAR, dopo un check, conferma la sua decisione. Ma il gol era da annullare poiché viziato dal fallo precedente. La rete, viziata dal fallo precedente, è stata decisiva perché non avendo espulso Dzeko per questo fallo, ha segnato la rete del 2-1. Se fosse stato espulso non avrebbe segnato la rete del 2-1 e Barella non avrebbe pareggiato.

Il Napoli è secondo, ma se avesse avuto episodi favorevoli sarebbe sicuramente al primo posto. Purtroppo, da parte di questi commentatori televisivi c’è sicuramente una punta d’invidia per il gioco che sta esprimendo il Napoli, con tutte le difficoltà che gli azzurri hanno avuto. Contro la Salernitana, nel primo tempo, ha avuto il 79% di possesso palla, cosa mai vista. Solo il Barcellona dei bei tempi aveva questa percentuale.

E veniamo alla partita Milan-Juventus con un gioco non gioco. Ognuno giocava per conto suo. Non si notava che le squadre avessero un minimo di gioco, solo sventagliate in avanti addo cojo cojo.

A questo punto è chiaro che i giornalisti del Nord rosicano vedendo che il Napoli con tutte le difficoltà che sta avendo, con tutti i calciatori fuori squadra per covid, per la Coppa d’Africa, per infortunio, ha comunque, con le seconde linee, un gioco vero che Spalletti ha inculcato ai suoi calciatori, siano essi titolari o riserve.

Rosicate pure, rosiconi!