FALANGHINA VENDEMMIA TARDIVA 2007

Perfetto con la carne bianca, costa solo 7 euro
letto 1585 volte
falanghina-vendemmia-tardiva-2008-telaro.jpg

Sono sette fratelli e non è un musical. Sono sette fratelli e dall’87 hanno fondato un’azienda a conduzione familiare in cui ciascuno di loro ha un ruolo. Questa è la cantina Telaro. Sorge nel comune di Galluccio sulle pendici del vulcano spento di Roccamonfina . Questa ,per il vino, non è solo una connotazione geografica ma è un’indicazione importantissima perché il terreno è legato indissolubilmente al gusto .

La Loro azienda nasce come Cooperativa Lavoro e Salute sotto cui si riunisce la famiglia per 85 ettari di vigneti di cui 35 sono “Biologici “ certificati Aiab . Anche questa è una nota non marginale e che si troverà nel risultato finale del bicchiere. Questa Cantina ha impiegato del tempo per farsi conoscere dalle guide più importanti. Da parte dei Critici forse è stato solo per cautela o forse è stato per snobismo nei confronti di un approccio così semplice e terreno al vino come quello dei Telaro . Magari per entrambi i motivi! .

Non ho scelto per la degustazione il vino di punta , uno splendido Aglianico che si chiama Ara Mundi , ma una bottiglia che va scoperta così come tutti i prodotti di questa cantina. Il vino in questione è una Falanghina Vendemmia Tardiva del 2007 , cantina Telaro . Falanghina 85% e Sauvignon 15%. All’esame visivo risulta giallo paglierino carico con riflessi dorati . Al naso , appena aperto , predomina nel bicchiere un forte odore di zolfo e minerali , invece , lascinadolo un po’ riscaldare , cominciano ad emergere sentori di mela ed albicocca. Rari i sentori floreali. Al palato è davvero tutto da scoprire. E’ caldo , avvolgente , ricco . Sentori erbacei fanno strada alla frutta a pasta gialla ed ecco che si ritrova l’albicocca , ed ancora l’uva matura e per alcune bottiglie sovrammatura . Il finale lungo lascia un po’ di amaro .Sono sentori citrici come la foglia di limone.

Si puo’ abinare con piatti come formaggi lungamente stagionati con cui la mostarda di frutta puo’ risultare in linea con la frutta sovrammatura del vino . Anche con carne bianca come un pollo al forno all’aglio e rosmarino. Buono ed originale , frutto di un appassionato impegno per la terra , costa solo 7 euro.

Sara Marte