DON ANTONIO IGT 2005, MORGANTE

Un vino da provare: prezzo 20 euro
letto 1563 volte
donantonio05.jpg

Purtroppo la grande distribuzione ci ha abituati a un vino semplice, corposo e franco che si beve a poco prezzo. Il Nero D’Avola però ha dignità di grande vitigno. Va riscoperto ed apprezzato per altre caratteristiche. Uno dei massimi produttori di Nero D’Avola è Morgante, ovviamente dalla Sicilia, dove questo...vitigno occupa circa il 14 % della produzione totale vitivinicola.

L’azienda Morgante si trova nella splendida campagna di Grotte, in provincia di Agrigento.Questa cantina nasce nel ’94 ma è resa forte dall’esperienza di cinque generazioni di viticoltori che porta con sé come bagaglio di impegno e passione per il vino. A questo basta aggiungere un nome: l’enologo Riccardo Cotarella. Uno dei wine maker di maggiore spicco internazionale , che sembra che tutto quello che tocchi diventi oro . Ecco allora la formula perfetta di questa cantina: Un unico vitigno in produzione ed un grande enologo.

Prendo in considerazione in degustazione il Don Antonio IGT 2005, Morgante . E’ un Nero d’Avola inpurezza fermentato dodici mesi in barrique nuove . Alla vista risulta rosso rubino fitto e compatto .All’olfatto ha un complesso aromatico intenso. I frutti rossi maturi e caldi attraverso l’alcol si aprono piacevoli . La macchia mediterranea si fa largo con sentori di origano. In bocca si trova, con una certa carica , corrispondenza di sentori . Si fondono poi percezioni balsamiche e di cuoio, liquirizia e cacao. Si percepisce il legno nuovo. Di solito non lo apprezzo questo sentore in vini così strutturati ma qui è assolutamente equilibrato. Lungo e persistente è il finale, lasciando la bocca morbida.

Semplice, anche se può risultare banale, è l’abbinamento con una tagliata di carne, manzo possibilmente magari con un filo d’olio ligure che riprenda la macchia mediterranea. Si abbina bene anche con carni rosse che subiscono lunghe cotture come un brasato. Questa Bottiglia costa circa 20 euro ma mi sento in dovere di consigliare anche il vino base di questa Cantina cioè il Nero D’Avola in cui riscoprire quasi tutti i sentori del vino di punta ma con un prezzo molto più contenuto di circa 7 euro. Un ottimo bicchiere insomma che ci ricorda che il vitigno potrà anche essere comune ma il vino di qualità è vivo e non è mai scontato.

Sara Marte